Ivomec sottoc. soluzione 1000 ml

27 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Ivomec

Ivomec sottoc. soluzione 1000 ml



TITOLARE:

Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.

MARCHIO

Ivomec

CONFEZIONE

sottoc. soluzione 1000 ml

FORMA FARMACEUTICA
soluzione

ALTRE CONFEZIONI DI IVOMEC DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
ivermectina

GRUPPO TERAPEUTICO
Endectocidi

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

PREZZO
854,44 €

INDICAZIONI

A cosa serve Ivomec sottoc. soluzione 1000 ml

BOVINI: La soluzione iniettabile di IVOMEC è indicata per il trattamento e il controllo delle seguenti specie di nematodi gastrointestinali, vermi polmonari, altri nematodi, parassiti esterni, pidocchi ematofagi e acari della rogna dei bovini: Nematodi gastrointestinali (adulti e larve di 4° stadio) Ostertagia ostertagi (incluse le larve inibite), O. lyrata, Haemonchus placei, Trichostrongylus axei, T. colubriformis, Cooperia oncophora, C. punctata, C. pectinata, Cooperia spp., Oesophagostomum radiatum, Bunostomum phlebotomum, Nematodirus helvetianus (adulti), N. spathiger (adulti), Strongyloides papillosus (adulti), Toxocara (Neoascaris) vitulorum (adulti) Vermi polmonari (adulti e larve di 4° stadio) Dictyocaulus viviparus (incluse le larve inibite) IVOMEC soluzione iniettabile, somministrato alla dose raccomandata di 1 ml per 50 kg di peso corporeo, controlla reinfestazioni sostenute da Haemonchus placei e Cooperia spp. che hanno luogo nei primi 14 giorni dal trattamento, da Ostertagia ostertagi e Oesophagostomum radiatum che hanno luogo nei primi 21 giorni dal trattamento e da Dictyocaulus viviparus che hanno luogo nei primi 28 giorni dal trattamento. Altri nematodi Parafilaria bovicola, Thelazia spp. (adulti) Parassiti esterni Stadi larvali di Hypoderma bovis e H. lineatum IVOMEC è altamente efficace su tutti gli stadi larvali dell'ipodermosi bovina. È importante tuttavia la scelta appropriata del periodo di trattamento. Per ottenere la massima efficacia dei risultati, i bovini dovrebbero essere trattati subito dopo la stagione estiva (quando cioè gli insetti hanno perso la loro vitalità). La distruzione delle larve di Hypoderma nel periodo in cui queste sono localizzate in aree vitali può determinare reazioni indesiderate fra ospite e parassita. L'uccisione di Hypoderma lineatum quando si trova nei tessuti esofagei può determinare timpanismo; l'uccisione di Hypoderma bovis quando si trova nel canale vertebrale può determinare barcollamento o paralisi. Tali reazioni non sono dovute in modo specifico al trattamento con IVOMEC, ma possono avvenire con qualsiasi trattamento in grado di distruggere le larve. I bovini dovrebbero essere trattati prima o dopo questi stadi di sviluppo del parassita. I bovini trattati con IVOMEC subito dopo la stagione estiva, possono essere trattati nuovamente con ivermectina durante l'inverno per gli endoparassiti, gli acari della rogna e i pidocchi, senza alcun pericolo di reazioni indesiderate dovute alle larve di Hypoderma. Pidocchi Linognathus vituli, Haematopinus eurysternus, Solenopotes capillatus, come ausilio nel controllo dei mallofagi appartenenti alla specie Damalinia bovis. Acari Psoroptes ovis (sin. P. communis var. bovis), Sarcoptes scabiei var. bovis, come ausilio nel controllo di Chorioptes bovis.
SUINI: La soluzione iniettabile di IVOMEC è inoltre indicata per il trattamento ed il controllo dei seguenti parassiti dei suini: Nematodi gastrointestinali (adulti e larve di 4° stadio) Ascaris suum, Hyostrongylus rubidus, Oesophagostomum spp., Strongyloides ransomi (adulti), come ausilio nel controllo dei nematodi ematofagi appartenenti alla specie Trichuris suis (adulti). IVOMEC somministrato alle scrofe 7-14 giorni prima del parto, controlla efficacemente la trasmissione transmammaria ai suinetti delle infestazioni da Strongyloides ransomi. Vermi polmonari (adulti) Metastrongylus spp. Pidocchi Haematopinus suis. Nel caso di pediculosi può rendersi necessario ritrattare i soggetti poiché alle uova del parassita occorrono almeno 3 settimane per schiudere. Acari Sarcoptes scabiei var. suis. Poiché l'effetto dell'ivermectina sugli acari non è immediato, i suini non dovrebbero essere spostati in luoghi indenni o esposti a contatto con soggetti sani per almeno una settimana dopo il completamento del trattamento.

MODO D'USO

Come si usa Ivomec sottoc. soluzione 1000 ml

Bovini: Ivomec iniettabile deve essere somministrato unicamente per via sottocutanea al dosaggio raccomandato di 200 mcg di ivermectina per chilogrammo di peso corporeo, corrispondente a 1 ml di soluzione ogni 50 kg di peso corporeo. L'iniezione sottocutanea di Ivomec va effettuata in posizione craniale o caudale rispetto alla spalla. Si raccomanda l'uso di ago sterile calibro 16, da 15 a 20 mm di lunghezza. Suini: il dosaggio raccomandato è di 300 mcg di ivermectina per chilogrammo di peso corporeo, corrispondente a 1 ml di soluzione per 33 kg di peso corporeo. La via di somministrazione raccomandata è quella sottocutanea nella parte dorso-laterale del collo. La soluzione può essere somministrata con qualsiasi apparecchiatura standard automatica o a dosaggio singolo, rispettando le normali condizioni di asepsi.



Data ultimo aggiornamento scheda: 17/03/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
A spasso con il cane: giocare con la palla
20 settembre 2020
Notizie e aggiornamenti
A spasso con il cane: giocare con la palla
Il cucciolo non è un giocattolo
25 dicembre 2019
Notizie e aggiornamenti
Il cucciolo non è un giocattolo
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa