Mamyzin im 10 flaconi liof. 5 g + 10 flaconi solv. 15 ml

26 gennaio 2020

Prodotti veterinari - Scheda Mamyzin

Mamyzin im 10 flaconi liof. 5 g + 10 flaconi solv. 15 ml




TITOLARE:

Boehringer Ingelheim Vetmedica GmbH

CONCESSIONARIO:

Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.

MARCHIO

Mamyzin

CONFEZIONE

im 10 flaconi liof. 5 g + 10 flaconi solv. 15 ml

FORMA FARMACEUTICA
fiala iniettabile

ALTRE CONFEZIONI DI MAMYZIN DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
penetacillina iodidrato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibiotici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

PREZZO
136,80 €

INDICAZIONI

A cosa serve Mamyzin im 10 flaconi liof. 5 g + 10 flaconi solv. 15 ml

bovini: trattamento per via parenterale di mastiti acute e croniche sostenute da germi penicillino sensibili (quali streptococchi sensibili alla penicillina e stafilococchi non produttori di beta-lattamasi) durante il periodo dell'asciutta o durante la lattazione.Bronchiti e broncopolmoniti acute e croniche. Trattamento di lesioni settiche podali. Suini: mastiti acute e croniche. Lesioni podali settiche. Metriti e parametriti acute e croniche. Cani: broncopolmoniti e bronchiti acute, subacute e croniche.

MODO D'USO

Come si usa Mamyzin im 10 flaconi liof. 5 g + 10 flaconi solv. 15 ml

la sospensione ricostituita di Mamyzin deve essere somministrata per via intramuscolare. Bovini: 10-15 mg/kg p.c. di penetamato iodidrato, pari a circa 3,5 - 5,5 ml di sospensione ricostituita per 100 kg di peso corporeo. Per un animale di ca. 600 kg si devono utilizzare 5-10 g di polvere. Suini: 15-40 mg/kg p.c. di penetamato iodidrato, pari a circa 3 - 7,5 ml di sospensione ricostituita per 50 kg di peso corporeo. Cani: 20-35 mg/kg p.c. di penetamato iodidrato, pari a circa 0,7 - 1,3 ml di sospensione ricostituita per 10 kg di peso corporeo. Per tutte le specie la somministrazione può essere ripetuta a distanza di 24 ore per un totale di tre giorni.Determinare accuratamente il peso corporeo dell'animale per evitare un sottodosaggio.



Data ultimo aggiornamento scheda: 24/10/2019

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico






Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube