Menbutil 100 mg/ ml soluzione iniettabile per bovini, suini, equini, ovini e caprini  12 flaconi da 100 ml

02 dicembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Menbutil

Menbutil 100 mg/ ml soluzione iniettabile per bovini, suini, equini, ovini e caprini 12 flaconi da 100 ml



TITOLARE:

AniMedica GmbH

CONCESSIONARIO:

TREI - Industria Italiana Integratori S.p.A. a LIVISTO company

MARCHIO

Menbutil

CONFEZIONE

100 mg/ ml soluzione iniettabile per bovini, suini, equini, ovini e caprini 12 flaconi da 100 ml

FORMA FARMACEUTICA
soluzione

ALTRE CONFEZIONI DI MENBUTIL DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
menbutone

GRUPPO TERAPEUTICO
VETERINARI. VARI...

RICETTA
ricetta medica in copia unica non ripetibile

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
DISCR.

INDICAZIONI

A cosa serve Menbutil 100 mg/ ml soluzione iniettabile per bovini, suini, equini, ovini e caprini 12 flaconi da 100 ml

stimolazione dell'attività epato-digerente in casodi disturbi della digestione e insufficienza epatica.

MODO D'USO

Come si usa Menbutil 100 mg/ ml soluzione iniettabile per bovini, suini, equini, ovini e caprini 12 flaconi da 100 ml

vitelli (fino a 6 mesi), ovini, caprini e suini: 10 mg di menbutone per kg di peso corporeo da somministrare per via intramuscolare profonda o lentamente per via endovenosa, equivalenti a 1 ml di soluzione iniettabile per 10 kg di peso corporeo.Bovini: 5 - 7,5 mg di menbutone per kg di peso corporeo da somministrare per via endovenosa, equivalenti a 1 ml di soluzione iniettabile per 15 - 20 kg di peso corporeo.Equini: 2,5 - 5 mg di menbutone per kg di peso corporeo da somministrare per via endovenosa lenta, equivalenti a 1 ml di soluzione iniettabile per 20 - 40 kg di peso corporeo. Se necessario, la somministrazione del prodotto può essere ripetuta dopo 24 ore.Bovini: 5 - 7,5 mg di menbutone per kg di peso corporeo da somministrare lentamente per via endovenosa, equivalenti a 1 ml di soluzione iniettabile per 15 - 20 kg di peso corporeo.

AVVERTENZE

precauzioni speciali per l'impiego negli animali: praticare la somministrazione endovenosa lentamente (non meno di 1 minuto), per evitare le reazioni avverse. Si raccomanda di iniettare per via intramuscolare in quantità non superiore a 20 ml per sito di inoculazione. Nei cavalli si consiglia solo la somministrazione endovenosa lenta. Precauzioni speciali che devono essere adottate dalla persona che somministra il medicinale veterinario agli animali: non mangiare, bere o fumare mentre si maneggia il prodotto. Le persone con nota ipersensibilità al menbutone devono evitare contatti con il medicinale veterinario. L'auto-iniezione accidentale può indurre irritazioni. In caso di auto-iniezione accidentale, rivolgersi immediatamente ad un medico mostrandogli il foglietto illustrativo o l'etichetta. Precauzioni speciali che devono essere adottate dalla persona che somministra il medicinale veterinario agli animali Non mangiare, bere o fumare mentre si maneggia il prodotto. Le persone con nota ipersensibilità al menbutone devono evitare contatti con il medicinale veterinario. L'auto-iniezione accidentale può indurre irritazioni. In caso di auto-iniezione accidentale, rivolgersi immediatamente ad un medico mostrandogli il foglietto illustrativo o l'etichetta. Dopo la somministrazione endovenosa si possono manifestare ipersalivazione, ipersecrezione lacrimale, tremori, urinazione e defecazione spontanee. Dopo la somministrazione intramuscolare si possono manifestare reazioni nella sede d'iniezione (edema, emorragia, necrosi). Occasionalmente si osservano irrequietezza e aumento della frequenza respiratoria. In casi rari, gli animali possono assumere temporaneamente una posizione coricata, in particolare i bovini e dopo un'iniezione endovenosa rapida. In casi molto rari si possono verificare reazioni di tipo anafilattico che devono essere trattate in modosintomatico. La frequenza delle reazioni avverse è definita usando le seguenti convenzioni: - molto comuni (più di 1 su 10 animali trattati manifesta reazioni avverse)- comuni (più di 1 ma meno di 10 animali su 100 animali trattati) - non comuni (più di 1 ma meno di 10 animali su 1.000 animali trattati) - rare (più di 1 ma meno di 10 animali su 10.000 animali trattati) - molto rare (meno di 1 animale su 10.000 animali trattati, incluse le segnalazioni isolate).



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa