Ocnil 400 mg/g polvere per uso nell'acqua da bere sacco da 1 kg

24 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Ocnil

Ocnil 400 mg/g polvere per uso nell'acqua da bere sacco da 1 kg



TITOLARE:

Vetpharma Animal Health S.L.

CONCESSIONARIO:

A.T.I. Azienda Terapeutica Veterinaria S.r.l.

MARCHIO

Ocnil

CONFEZIONE

400 mg/g polvere per uso nell'acqua da bere sacco da 1 kg

FORMA FARMACEUTICA
Polvere

PRINCIPIO ATTIVO
lincomicina

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibiotici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
92,00 €

INDICAZIONI

A cosa serve Ocnil 400 mg/g polvere per uso nell'acqua da bere sacco da 1 kg

suini: trattamento e metafilassi della polmonite enzootica causata da Mycoplasma hyopneumoniae. Prima di utilizzare il prodotto, deve essere stabilita la presenza della malattia nel gruppo.
Polli: trattamento e metafilassi dell'enterite necrotica causata da Clostridium perfringens. Prima di utilizzare il prodotto, deve essere stabilita la presenza della malattia nel gruppo.

MODO D'USO

Come si usa Ocnil 400 mg/g polvere per uso nell'acqua da bere sacco da 1 kg

per uso in acqua da bere. Dose: suini: polmonite enzootica: 10 mg di lincomicina per kg di peso corporeo (corrispondente a 25 mg di prodotto per kg di peso corporeo) per 21 giorni consecutivi. Polli: enterite necrotica: 5 mg di lincomicina per kg di peso corporeo (corrispondente a 12,5 mg di prodotto per kg di peso corporeo) per 7 giorni consecutivi. La concentrazione da utilizzare dipende dal peso corporeo effettivo e dal consumo di acqua degli animali e può essere calcolata secondo la formula seguente:
Dose (mg di prodotto per kg di peso corporeo al giorno) X Peso corporeo medio(kg) degli animali da trattare/Assunzione media giornaliera di acqua (litri/ animale) = mg di prodotto per litro di acqua da bere.
Per garantire un corretto dosaggio, il peso corporeo deve essere determinato il più precisamente possibile onde evitare un sottodosaggio. L'assunzione di acqua medicata dipende dalle condizioni fisiologiche e cliniche degli animali. Per ottenere il dosaggio corretto, la concentrazione della lincomicina deve essere adeguata di conseguenza. L'assunzione di acqua deve essere monitorata frequentemente. L'acqua medicata deve essere l'unica fonte di acqua da bere degli animali per l'intero periodo di trattamento. Al termine del periodo di trattamento, l'impianto di abbeveraggio deve essere pulito adeguatamente per prevenire l'assunzione di dosi sub terapeutiche del principio attivo. Si raccomanda l'utilizzo di apparecchiature di pesatura idoneamente calibrate, se si utilizzano confezioni parziali. La quantità giornaliera deve essere aggiunta all'acqua da bere in modo che tutto il medicinale sia consumato entro 24 ore. L'acqua da bere medicata deve essere ripreparata ogni 24 ore. Non deve esser e disponibile nessuna altra fonte di acqua da bere. La solubilità massima del prodotto finito è pari a 50 g/l in acqua dolce e dura. Per le soluzioni madre enei casi in cui si utilizza una pompa dosatrice, fare attenzione a non superare la solubilità massima che può essere raggiunta nelle condizioni specificate. Regolare le impostazioni della portata della pompa dosatrice in base alla concentrazione della soluzione madre e all'assunzione di acqua degli animali da trattare.

AVVERTENZE

l'assunzione dell'acqua da bere medicata può essere influenzata dalla gravità della malattia. In caso di assunzione insufficiente di acqua, i suini devono essere trattati per via parenterale. La suscettibilità di Mycoplasma hyopneumoniae agli agenti antimicrobici è difficile da testare in vitro a causa di impedimenti tecnici. Inoltre, c'è una mancanza di breakpoint clinici per entrambi M. hyopneumoniae e C. perfringens. Ove possibile, la terapia si deve basare sulle informazioni epidemiologiche locali(regionali, a livello di allevamento) concernenti la risposta della polmonite enzootica/enterite necrotica al trattamento con lincomicina.
Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: l'uso del prodotto deve essere basato preferibilmente sull'identificazione del patogeno bersaglio e sui test di suscettibilità dei batteri isolati dall'animale.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa