Ronaxan 250 10 compresse 250 mg

02 dicembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Ronaxan 250

Ronaxan 250 10 compresse 250 mg



TITOLARE:

Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A.

MARCHIO

Ronaxan 250

CONFEZIONE

10 compresse 250 mg

FORMA FARMACEUTICA
compressa

PRINCIPIO ATTIVO
doxiciclina iclato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibatterici tetraciclinici

RICETTA
ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
25,30 €

INDICAZIONI

A cosa serve Ronaxan 250 10 compresse 250 mg

trattamento delle affezioni acute e subacute da germi sensibili alla doxiciclina in particolare: dell'apparato respiratorio (riniti, amigdaliti, broncopolmoniti,); della pelle (piodermiti, ascessi); delle vie urinarie (cistiti, prostatiti); dell'apparato genitale (metriti).

MODO D'USO

Come si usa Ronaxan 250 10 compresse 250 mg

10 mg di principio attivo per kg/p.v. corrispondenti ad una compressa di: Ronaxan 20 ogni 2 kg/p.v., Ronaxan 100 ogni 10 kg/p.v. e Ronaxan 250 ogni 25 kg/p.v. in dose quotidiana unica, per 3-5 giorni nelle forme acute e subacute, 10 giorni nelle forme croniche e nel trattamento delle erlichiosi. Le compresse vanno somministrate per via orale, preferibilmente nel cibo. Al fine di garantire la somministrazione di una dose corretta, il peso corporeo dovrà essere determinato il più accuratamente possibile per evitare il sottodosaggio.

AVVERTENZE

precauzioni speciali per l'impiego negli animali: somministrare le compresse durante i pasti. Il prodotto deve essere utilizzato sulla base di test di sensibilità nei batteri isolati dall'animale. Se ciò non fosse possibile, la terapia dovrà basarsi sulle informazioni epidemiologiche locali relative alla sensibilità dei batteri bersaglio nonché prendendo in considerazione le norme nazionali ufficiali sull'uso degli antibiotici. L'uso improprio del prodotto, ad esempio la somministrazione di dosaggi troppo bassi, può aumentare la diffusione di batteri resistenti alla doxiciclina e può ridurre l'efficacia del trattamento con altre tetracicline, a causa della potenziale insorgenza di resistenza crociata.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa