Rycarfa 20 compresse 50 mg per cani

26 novembre 2020
Prodotti veterinari - Scheda Rycarfa

Rycarfa 20 compresse 50 mg per cani



TITOLARE:

Krka d.d. Novo Mesto

CONCESSIONARIO:

KRKA Farmaceutici Milano S.r.l.

MARCHIO

Rycarfa

CONFEZIONE

20 compresse 50 mg per cani

FORMA FARMACEUTICA
compressa

ALTRE CONFEZIONI DI RYCARFA DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
carprofene

GRUPPO TERAPEUTICO
Agenti antinfiammatori

RICETTA
ricetta medico-veterinaria in copia unica ripetibile

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
18,60 €

INDICAZIONI

A cosa serve Rycarfa 20 compresse 50 mg per cani

riduzione dell'infiammazione e del dolore causati da disturbi muscolo-scheletrici e dalla malattia articolare degenerativa. Follow-up dell'analgesia parenterale nella gestione del dolore post-operatorio.

MODO D'USO

Come si usa Rycarfa 20 compresse 50 mg per cani

per somministrazione orale. Da 2 a 4 mg di carprofene per kg di peso corporeo al giorno. Una dose iniziale di 4 mg di carprofene per kg di peso corporeo al giorno somministrato in dose singola giornaliera o in due dosi uguali può, secondo la risposta clinica, essere ridotta dopo 7 giorni a 2 mg di carprofene/Kg di peso corporeo/giorno somministrato come singola dose. La durata del trattamento dipenderà dalla risposta osservata. Il trattamento a lungo termine deve essere regolarmente monitorato dal medico veterinario. Per estendere la copertura analgesica e antiinfiammatoria post-operatoria, la terapia parenterale preoperatoria può essere seguita da compresse a 4 mg/kg/giorno per un periodo fino a 5 giorni.

AVVERTENZE

Precauzioni speciali per l'impiego negli animali: l'uso in cani anziani può comportare un rischio aggiuntivo. Se tale uso non può essere evitato, i cani possono necessitare di un attenta gestione clinica. Evitare l'uso in cani disidratati, ipovolemici o ipotesi, poiché sussiste il potenziale rischio di aumento della tossicità renale. Deve essere evitata la somministrazione concomitante di farmaci potenzialmente nefrotossici. I FANS possono causare inibizione della fagocitosi e pertanto nel trattamento delle infiammazioni associate ad infezione batterica deve essere supportata un'appropriata terapia antimicrobica concomitante. Vedere paragrafo 4.8.



Data ultimo aggiornamento scheda: 03/11/2020

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Tags:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa