Trimethosulfa Iniet. im o ev flacone 250 ml

22 gennaio 2020

Prodotti veterinari - Scheda Trimethosulfa Iniet.

Trimethosulfa Iniet. im o ev flacone 250 ml




TITOLARE:

TREI - Industria Italiana Integratori S.p.A. a LIVISTO company

MARCHIO

Trimethosulfa Iniet.

CONFEZIONE

im o ev flacone 250 ml

FORMA FARMACEUTICA
flaconi iniettabili

PRINCIPIO ATTIVO
sulfametazina + sulfadimetoxina + trimetoprim

GRUPPO TERAPEUTICO
Sulfamidici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

PREZZO
-------- €

INDICAZIONI

A cosa serve Trimethosulfa Iniet. im o ev flacone 250 ml

bovini e suini: trattamento delle infezioni degli apparati respiratorio, gastrointestinale ed urogenitale dovute ad agenti patogeni Gram-positivi e Gram-negativi quali Arcanobacterium pyogenes, Staphylococcus aureus, E. coli, Klebsiella pneumoniae, Pasteurella multocida e Proteus spp. dei bovini e Arcanobacterium pyogenes, Staphylococcus aureus, Actinobacillus pleuropneumoniae, Bordetella bronchiseptica, E. coli, Klebsiella pneumoniae, Pasteurella multocida dei suini.

MODO D'USO

Come si usa Trimethosulfa Iniet. im o ev flacone 250 ml

bovini: 6 mg/kg p.v. di sulfametazina, 6 mg/kg p.v. di sulfadimetossina e 2,4 mg/kg p.v. di trimethoprim pari a 6 - 8 ml della soluzione iniettabile ogni 100 kg p.v.
Suini: 6 mg/kg p.v. di sulfametazina, 6 mg/kg p.v. di sulfadimetossina e 2,4 mg/kg p.v. di trimethoprim pari a 6 - 8 ml della soluzione iniettabile ogni 100 kg p.v. Somministrare per via intramuscolare profonda. In molti casi è sufficiente un unico giorno di cura. Nei casi in cui non si raggiunga l'effetto terapeutico desiderato, il trattamento deve essere continuato con uguale dose nelle 48 ore seguenti la prima somministrazione. Negli animali di grossa taglia, dovendo somministrare elevate quantità di liquido, al fine di evitare lesioni nel punto di inoculo è necessario somministrare la dose prevista in due o più punti. Durante il trattamento accertarsi che sia disponibile sufficiente acqua da bere.



Data ultimo aggiornamento scheda: 31/10/2019

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico






Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube