Ubrolexin sosp. intramammaria 20 siringhe da 12 ml + 20 salv. deter.

04 marzo 2021
Prodotti veterinari - Scheda Ubrolexin

Ubrolexin sosp. intramammaria 20 siringhe da 12 ml + 20 salv. deter.


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter

TITOLARE:

Boehringer Ingelheim Vetmedica GmbH

CONCESSIONARIO:

Boehringer Ingelheim Italia S.p.A.

MARCHIO

Ubrolexin

CONFEZIONE

sosp. intramammaria 20 siringhe da 12 ml + 20 salv. deter.

FORMA FARMACEUTICA
sospensione

PRINCIPIO ATTIVO
cefalexina monoidrato + kanamicina

GRUPPO TERAPEUTICO
Antibiotici

RICETTA
ricetta medica in triplice copia non ripetibile

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
116,73 €

CONFEZIONI DI UBROLEXIN DISPONIBILI IN COMMERCIO
  • ubrolexin sosp. intramammaria 20 siringhe da 12 ml + 20 salv. deter. (scheda corrente)

INDICAZIONI

A cosa serve Ubrolexin sosp. intramammaria 20 siringhe da 12 ml + 20 salv. deter.

trattamento delle mastiti cliniche nelle bovine in lattazione per batteri sensibili all'associazione di cefalexina e kanamicina quali Staphylococcus aureus, Streptococcus dysgalactiae, Streptococcus uberis ed Escherichia coli.

MODO D'USO

Come si usa Ubrolexin sosp. intramammaria 20 siringhe da 12 ml + 20 salv. deter.

per uso intramammario. Trattare ogni quarto infetto due volte, lasciando trascorrere 24 ore tra i trattamenti. Usare il contenuto di una siringa (contenente 200 mg di cefalexina come monoidrato e 100000 U.I. di kanamicina come monosolfato) per ciascun quarto per ogni trattamento. Ogni siringa è monouso. Prima dell'infusione, la mammella deve essere munta completamente, il capezzolo deve essere pulito accuratamente e disinfettato e si deve prestare attenzione a non contaminare la punta dell'iniettore.

AVVERTENZE

precauzioni per l'impiego negli animali: raccomandazioni per un uso prudente: il prodotto deve essere usato solo per il trattamento di mastiti cliniche.L'uso del prodotto deve essere basato sul test di sensibilità dei batteri isolati dall'animale. Se ciò non è possibile, la terapia deve essere basata su informazioni epidemiologiche locali (regionali e a livello dell'allevamento) sulla sensibilità dei batteri bersaglio e deve tenere conto delle linee guida ufficiali e locali sui trattamenti antimicrobici. L'uso improprio del prodotto può aumentare la prevalenza dei batteri resistenti alla cefalexina e alla kanamicina e può diminuire l'efficacia del trattamento con altre cefalosporine o aminoglicosidi a causa della potenziale resistenza crociata.


Data ultimo aggiornamento: 04/01/2021

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:
Ultimi articoli
I cani da allerta medica
24 dicembre 2020
Notizie e aggiornamenti
I cani da allerta medica
A spasso con il cane: giocare con la palla
20 settembre 2020
Notizie e aggiornamenti
A spasso con il cane: giocare con la palla
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa