Sodio Fosfato Angelini

17 gennaio 2021

Sodio Fosfato Angelini


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Sodio Fosfato Angelini (sodio fosfato monobasico diidrato + disodio fosfato dibasico dodecaidrato)


Sodio Fosfato Angelini è un farmaco a base di sodio fosfato monobasico diidrato + disodio fosfato dibasico dodecaidrato, appartenente al gruppo terapeutico Lassativi. E' commercializzato in Italia da Aziende Chimiche Riunite Angelini Francesco A.C.R.A.F S.p.A. - Sede Legale

Confezioni e formulazioni di Sodio Fosfato Angelini disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Sodio Fosfato Angelini disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Sodio Fosfato Angelini e perchè si usa


Stitichezza occasionale. Svuotamento intestinale pre e post-operatorio in ostetricia, in preparazione ad esami radiologici ed indagini endoscopiche dell'ultimo tratto intestinale.

Indicazioni: come usare Sodio Fosfato Angelini, posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

Per il trattamento della stitichezza: tutto il contenuto di un flacone per un clistere.

Popolazione pediatrica

Bambini sopra i due anni: mezzo flacone o secondo il parere del medico. Bambini di età inferiore ai 2 anni: solo su prescrizione medica.

Modo di somministrazione

Togliere il tappo sigillo, inserire la cannula e lubrificarla con qualche goccia di soluzione. Impugnare il flacone, lubrificare la cannula con qualche goccia di soluzione ed introdurre delicatamente la cannula nel retto. Premere il contenitore completamente per fare uscire tutto il liquido. Il paziente deve trattenere la soluzione finché la necessità di evacuare non diventi urgente.

È consigliabile usare la soluzione a temperatura ambiente riscaldandola, eventualmente, a bagnomaria.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Sodio Fosfato Angelini


Ipersensibilità ai principi attivi, a sostanze simili o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Nausea, vomito o dolori addominali, malattie addominali acute, emorragie nell'apparato digerente, disfunzioni renali acute, anomalie del colon, ostruzione intestinale, ostruzione meccanica delle vie biliari. Epatopatie acute e croniche. Calcolosi biliare. Insufficienza cardiaca congestizia. Grave stato di disidratazione.

Sodio Fosfato Angelini può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Come per gli altri farmaci, in caso di gravidanza e allattamento è consigliabile usare il prodotto nei casi di effettiva necessità solo su indicazione del medico.

Quali sono gli effetti indesiderati di Sodio Fosfato Angelini


Occasionalmente: dolori crampiformi isolati o coliche addominali, più frequenti nei casi di stitichezza grave.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa