Trimedat

17 gennaio 2020

Trimedat




Trimedat è un farmaco a base di trimebutina, appartenente al gruppo terapeutico Antispastici. E' commercializzato in Italia da Italfarmaco S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Trimedat (trimebutina) disponibili


Seleziona una delle seguenti confezioni di Trimedat (trimebutina) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Trimedat (trimebutina) e perchè si usa


Colon irritabile, manifestazioni spastico-dolorose del tratto gastroenterico, disturbi funzionali della motilità esofagea.



Come usare Trimedat (trimebutina): posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

  • Capsule : in media 2 - 3 volte al giorno.
  • Granulato per sospensione orale
 Adulti

3 - 4 cucchiai da minestra al giorno.

Popolazione pediatrica

Lattanti e bambini fino a 6 mesi : ½ cucchiaino da caffè tre volte al giorno.

Da 6 mesi a 1 anno: 1 cucchiaino da caffè due volte al giorno

Da 1 anno a 5 anni : 1 cucchiaino da caffè 3 - 4 volte al giorno

Sopra i 5 anni: 2 cucchiaini da caffè 3 volte al giorno.

Le dosi possono aumentare sino al doppio a giudizio del medico.

Modo di somministrazione

Per la preparazione estemporanea della sospensione orale, aggiungere acqua a varie riprese, finchè, a sospensione completa del granulato, il livello del liquido raggiunge la linea di fede.

Agitare il flacone prima di ogni somministrazione.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Trimedat (trimebutina)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti



Trimedat (trimebutina) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Se ne sconsiglia l'uso durante i primi tre mesi di gravidanza e durante l'allattamento.



Quali sono gli effetti collaterali di Trimedat (trimebutina)


Gli effetti indesiderati sono elencati di seguito per classificazione sistemica organica e per frequenza. Le frequenze sono definite come: molto comune (≥1/10), comune (≥1/100, <1/10), non comune (≥1/1000, <1/100), raro (≥1/10000, <1/1000), molto raro (<1/10000), non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Rari: casi di reazioni cutanee.

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube