L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

30/01/2008 21:49:20

Accertamenti per nevralgia del trigemino

Egregio Dottore, le espongo la mia situazione:da metà Novembre ho iniziato ad avvertire dei dolori alla parte destra del viso (tempia,occhio,naso,zigomo) che sono aumentati molto nel giro di un mese, estendendosi anche all'orecchio (sensazione di ovattamento) e al semplice contatto con la pelle;inoltre, la palpebra destra è chiusa a metà ( ed è come se fosse rallentata nel movimento);
ho fatto una visita neurologica, dove mi sono stati prescritti diversi esami e visite da effettuare: dalla visita oculistica e otorinolaringoiatrica non risulta nessuna anomalia; ho eseguito la TAC dell'encefalo, con particolare della rocca destra, e anche da qui non risulta nulla di anomalo, a parte il setto nasale deviato a sinistra, che mi provoca da sempre qualche problema di respirazione.
Nell'attesa di completare il quadro clinico con una visita cardiologica con ecg,un ecocolordoppler ai vasi aortici superiori e una lastra cervicale, per tutti gli specialisti incontrati fino ad ora sembra proprio che si tratti di un'infiammazione del trigemino. Il neurologo mi ha prescritto Lyrica 75 da prendere 2 volte al giorno, ho iniziato a prenderlo da 4 giorni e noto (oltre gli effetti indesiderati quali sonnoloenza, sdoppiamento della vista e capogiri) un miglioramento per i dolori, anche se molto lieve.
La mia domanda è: crede che una cura per un mese con questo farmaco possa essere l'ideale,dato che non ne ho trovato un giovamento immediato? E soprattutto, ho letto che solitamente è consigliata un' angio RNM dell'encefalo per dolori al trigemino, è utile per un ulteriore approfondimento della patologia?
La ringrazio per la disponibilità, cordiali saluti.



Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/02/2008

E' necessario sicuramente completare gli accertamenti con RM encefalo ed angio RM.
Dopo tali esami potrà valutare meglio la terapia necessaria.

Prof. giovanni acerbi
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
PISA (PI)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra