L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

08/07/2005 16:25:25

Adenoma (rettale)

Egregio dottore,
recentemente mio padre ha fatto un'ecografia trans-rettale, il referto medico dice che la vescica è normodistesa, omogeneamente riempita, senza apprezzabili lesioni focali o diffuse a carico delle pareti, che presentano spessore regolare. Non oggetti papillari endovescicali. Nella norma gli uteteri intramurali. Prostata modicamente aumentata di volume: Øtrasversale mm42; Ølong mm32; Øa.p. mm25. Profili capsulari conservati. L'ecostruttura ghiandolare risulta essere finemente disomogenea per la presenza di un adenoma che impronta ad ampio raggio il pavimento vescicale a prevalente componente fibroepiteliale del Ø di 25x15mm. Presenza di alcune grossolane calcificazioni a carico della falsa capsula ed in sede apicale, esiti di pregressi episodi flogistici. Non alterazioni della porzione posteriore della ghiandola. Non ottenuta la fase perminzionale. Ispessimento del labbro posteriore della vescica come nelle condizioni di scelrosi del collo. Nella norma le vescicole seminali. Residuo post-minzionale lieve(66cc) dopo minzione spontanea. Considerando che mio padre fa il tassista e ogni ora deve urinare, con questo referto medico mi potrebbe dire se c'è una cura che gli consente di urinare ogni 4-5 ore oppure deve essere operato di prostata? La ringrazio per l'attenzione concessami

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del11/07/2005

A parte alcune imprecisioni concettuali del referto (parere personale) sembra trattarsi di una piccolissima prostata (adenoma quasi inesistente) compatibile con una sclerosi del collo v. (non è chiaro se sia presente un "lobo medio" potenzialmente ostruente).
In linea di massima dovrebbe trattarsi di un prostatismo trattabilissimo con la terapia medica.
Ciò he non è chiaro è la definizione di lieve residuo post minzionale, poichè 66cc sono un residuo tuttaltro che lieve...ma molto dipende dal precedente riempimento vescicale e dal "confort" col quale il paz. ha urinato (i residui ecografici sono suscettibili di errore legato alla fretta e all'eccessivo riempimento).

Cordialità

Dott. Mario Melis
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Urologia
CAGLIARI (CA)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra