L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Pelle

15/04/2008 16:05:15

Allergie

Gentili Dottori, sono una ragazza di 27 anni e da quando ne avevo 15 soffro di allergie stagionali che mi provocano prurito al palato, intorno alle labbra e intorno al naso. Mi curo con Tilade e con Aerius 5mg con cui mi trovo molto bene (dopo aver provato i vari Reactine, Clarityn e altri che non mi soddisfacevano).
Da circa un paio di anni ho scoperto di essere allergica anche ad alcuni detersivi, che mi causano prurito sul dorso delle mani e tra le dita,inoltre qs allergia mi causa anche dei veri e propri tagli sulla pelle delle dita e quando ho qs tagli i guanti in lattice non mi sono di aiuto poichè le ferita resta sempre umida e non si asciuga mai. Ho curato qs fenomeno usando Halciderm combi (con cui non ho risolto nulla) e canesten (con cui ho risolto poco).
Da qualche mese ho pensato che Aerius potesse essermi di aiuto e così assumo regolarmente Aerius 5mg:iho ottenuto ottimi risultati. Il problema è che con qs medicinale (come con gli altri) devo fare cicli e non posso assumerlo 365 giorni all'anno, ma allo stesso tempo non "posso permettermi" di interrompere la terapia, poichè sono sufficienti 2 gg senza prendere Aerius e le mie mani tornano a prudere.
Dunque mi chiedevo se esiste una cura, a base di piante per esempio, che io possa seguire per tutto l'anno.
Ringraziando per il servizio e per la risposta, porgo distinti saluti.
M.M.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del20/04/2008

La pelle e' costituita nella sua parte piu' esterna da uno strato protettivo, piu' o meno impenetrabile e resistente all'azione di molti fattori fisici e chimici. Naturalmente questa capacita' di resistere agli agenti esterni e' limitata, per cui puo' anche essere superata. La dermatite da contatto da detersivi si realizza in due fasi: la prima e' l'azione macerante dei detersivi sullo strato esterno, che crea numerosi punti deboli attraverso i quali possono penetrare le sostanze allergeniche, comprese quelle contenute nei detersivi stessi (ad esempio il nichel e il cromo). Nella seconda fase gli allergeni, penetrando nella cute, esplicano la loro azione infiammatoria. E' ovvio quindi che bisogna, da una parte somministrare sostanze antiallergiche e antiinfiammatorie, dall'altra cercare di ricostituire l'integrita' cutanea, altrimenti il ciclo si perpetua. Percio', per un periodo abbastanza lungo, 'non' deve toccare i detersivi, 'non' deve usare i guanti di lattice (contengono molte sostanze allergeniche). Deve procedere in questo modo: Evitare quanto piu' possibile e quanto piu' a lungo il contatto con sostanze irritanti (detersivi, pomodori, cipolla, sostanze chimiche, ecc.). Se necessario usare guanti di plastica (mai di gomma!) e comunque per brevissimi periodi (minuti). Proseguire con l'Aerius. Applicare regolarmente due volte al giorno una crema cortisonica (l'Halciderm Combi no perche' contiene anche un antibiotico e il Canesten nemmeno, perche' e' solo un antimicotico). Durante la giornata applichi spesso una crema idratante, evitando di far seccare troppo la pelle. In due o tre mesi le mani torneranno come prima. Ma nel frattempo eventuali errori o trascuratezze farebbero ricominciare tutto daccapo.

Dott. Giovanni Sportelli
Specialista attività privata
Specialista in Dermatologia e venereologia
GROTTAGLIE (TA)


Altre risposte di Pelle







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra