Salute e viaggi - Argomenti

Ultimo aggiornamento: 28/07/06

Da mettere in valigia


Prima della partenza

  • sottoporsi a una visita medica, per verificare che i disturbi già presenti non si siano aggravati o non ve ne siano di nuovi

  • per le donne assicurarsi che non sia in corso una gravidanza, che renderebbe sconsigliabili alcune mete così come le relative misure di chemioprofilassi


L'armadietto dei medicinali

  • Fondamentale scegliere farmaci che, già usati in precedenza, non abbiano scatenato effetti indesiderati e, soprattutto, si siano dimostrati efficaci

  • Un analgesico, per i dolori di varia natura e un antinfluenzale-antipiretico (molti antinfluenzali sono anche analgesici e viceversa)

  • Un antibiotico topico intestinale, utile per combattere le infezioni intestinali (bacitracina, neomicina, rifaximina a giudizio del medico)

  • Un antibiotico a largo spettro (una penicillina o una cefalosporina a giudizio del medico)

  • Un preparato contro le cinetosi (mal di mare, mal d'auto, nausea e vomito), i più comuni sono a base di scopolamina o antistaminici e sono disponibili sia in compresse sia sotto forma di cerotti

  • Un antistaminico o cortisonico, in crema o gel, da usare in caso di eritemi o di punture d'insetti; ricordarsi di non applicare il prodotto prima di esporsi al sole perché può dare fotosensibilizzazione 

  • Partire con una scorta sufficiente dei farmaci che si assumono per malattie croniche (ipertensione, artrosi, dislipidemie, diabete, insufficienza renale, epatopatie degenerative, cardiopatie, Parkinson)

  • Se il soggiorno sarà particolarmente lungo premunirsi di ricette, adeguatamente compilate dal proprio medico, che indichino nome del farmaco e del principio attivo nonché il dosaggio, così che il farmacista del paese ospite possa eventualmente fornirvi qualcosa di analogo.

Pronto soccorso

  • Cerotti, bende e disinfettanti (acqua ossigenata, mercuro cromo, tintura di iodio, amuchina)

  • L'amuchina può essere impiegata anche per rendere potabile l'acqua "sospetta" anche se il sistema migliore per prevenire infezioni intestinali o peggio (magari l'epatite A) resta la bollitura dell'acqua

  • Per chi ama la vita all'aria aperta, o si sposta in zone caratterizzate da malattie trasmesse da insetti, è indispensabile procurarsi un repellente e un insetticida.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2017 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra