L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Occhio

19/05/2008 01:58:42

Blefarite herpetica nei bambini

Ho una bambina de 3 anni e mezzo,8 messi fa a avuto una blefarite herpetica le palpebre del occhio destro eranno piene di eruzioni viscicolocrostose, la terapia e stata pulizia con IRIDIUM garze,FUCITHAL collirio, VIRGAN GEL tutto 4 v/di per 7 giorni dopo e scesa a 2v/DI PER 7GG, dopo i controlli han detto que non cera piu niente era guarita,20 giorni fa sono tornata dal medico perche si e ripresentata di nuovo questa mallatia sempre al OD, la terapia tobral collirio 2 gocce piu cicloviran 5v/di per 10 gg adesso e migliorata ma da quanto o letto questa e una malatia que se ripetuta puo causare dei danni a la cornea, el occhio de mi figlia da quando a avuto questo e sempre arrosato e lei se lo toca en continuazione anche se faccio il possibile per evitarlo. Cosa devo fare per impedire una recidiva? e possibile una terapia permanente per una bambina cosi piccola? Ci sono de gli analisi que devo fare per capire dove e il problema? sono molto preocupata e in ansia se puo mi aiute per favore, o me dica dove devo rivolgermi. La ringrazio molto.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del21/05/2008

carissima,

L’infezione erpetica produce una Congiuntivite monolaterale, con marcata iperemia a volte associata a secrezione mucopurulenta e ad eruzione palpebrale vescicolare. Successivamente all’infezione primaria, il virus erpetico persiste latente nel ganglio trigeminale e raggiunge l’occhio attraverso il V nervo cranico, causando frequenti recidive della malattia.
L’aspetto caratteristico dell’infezione erpetica recidivata è l’ Ulcera dentritica corneale caratterizzata da ipoestesia corneale. L’ Ulcera corneale, per le sue piccole dimensioni, può essere evidenziata solo previa colorazione della cornea, con fluoresceina e osservando al biomicroscopio con un filtro blu-cobalto che ne ecciti la fluorescenza. Se si sovrappone un’infezione batterica o microbica o se viene utilizzato impropriamente il cortisone (assolutamente controindicato in questi casi) si può avere un’estensione ampia dell’ Ulcera che può esitare in un’opacità ampia e permanente. La diffusione dell’infezione allo stroma può produrre una cheratite disciforme, caratterizzata da opacità che disturbano la visione, o può complicarsi con una cheratite interstiziale diffusa associata a iridociclite con prognosi visiva non favorevole.
In presenza di lesioni cutanee si usano localmente pomate antivirali più volte al giorno; in presenza di Ulcera corneale si utilizza un’antibioticoterapia locale di copertura, antivirali topici e bendaggio oculare; in presenza di segni uveitici si associa un collirio midriatico. La terapia steroidea è utilizzata esclusivamente nelle cheratiti stromali e nelle forme con coinvolgimento uveale.
Se le recidive sono reiterate si può arrivare a fare un vaccino.
Quindi nei casi in cui la recidiva dovesse farsi subentrante uso anche il vaccino LUPIDON.(che nulla serve come terapia ,ma ha valenza solamente di immunoprofilassi alle recidive).
Sia per il Lupidon H che per il Lupidon G(ovviamente a noi interessa l'H per HSV1 che è il virus che interessa l'occhio,mentre per l'HSV2 ovvero il virus che interessa i genitali si usa il LUPIDON G) le fiale devono essere iniettate sottocute dopo essere state accuratamente agitate. La cura richiede una serie di somministrazioni opportunamente intervallate: 1 fiala per settimana per 12 settimane, al 4° e 5° mese 1 fiala ogni 14 giorni, dal 6° al 9° mese 1 fiala al mese e quindi 1 richiamo ogni 2 o 3 mesi per un totale di ulteriori 10 fiale.
In seguito possono rendersi necessari ulteriori richiami da effettuarsi ogni 3-6 mesi.

I bambini in età dai 7 ai 14 anni ricevono metà della dose dell'adulto con lo stesso schema terapeutico; nelle forme più gravi si può somministrare anche l'intera dose per adulti.
Nei bambini di età inferiore non l'ho mai usato!
Le uniche controindicazioni note sono:
Allergia all'albumina dell'uovo o ad altri componenti del prodotto.


Un caro saluto.
siravo@supereva.it
http://siravoduilio.beepworld.it






Dott. Duilio Siravo
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
PISA (PI)


Altre risposte di Occhio







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra