L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

10/10/2005 11:32:36

Bruciore e "secchezza" delle parti intime

Gent. Dottore,
sono un ragazzo di 35 anni e non ho mai avuto rapporti sessuali. Da diverso tempo, anche se a fasi alterne, noto che sulla parte superiore del glande compaiono alcuni arrossamenti a chiazze con qualche microformazione tipo "vescicoletta puntiforme" che a volte sono riscontrabili anche nelle vicinanze dell'attaccatura del prepuzio al glande. Quando ciò appare, accuso un leggero bruciore per alcuni giorni. Non noto secrezioni particolari. Applicando un leggero strato di crema cortisonica per alcuni giorni il fenomeno diminuisce notevolmente ma temo che non cessi del tutto e rimanga latente sino al successivo episodio.
La informo che praticamente dalla maturità sessuale ho la necessità di dover "umidificare" il glande con una crema perché se così non faccio il prepuzio tende ad attaccarsi al glande che risulterebbe troppo "secco" causandomi fastidi ma non so se sia una cosa corretta da fare. Se non l'applico emerge il fenomeno, se invece l'applico subito dopo ogni lavaggio, effettuato con detergenti intimi a pH acido, noto che il glande rimane più roseo e sto meglio.
Il problema della "secchezza" è dovuto a tale infezione? Oppure potrebbe essere una mia condizione fisiologica? In tal caso che prodotto apposito posso utilizzare?
Ho cercato informazioni in Internet e visto che potrebbe trattarsi di una balanopostite oppure (non so) candidasi ma non so. ..
La bagnatura locale con acido borico al 3% potrebbe aiutare l'eliminazione del problema?
Le chiedo scusa per tutte queste domande ma onestamente troverei imbarazzante esporre questo mio problema al mio medico di base perciò le chiedo cortesemente un aiuto in proposito.

La ringrazio infinitamente. Cordiali saluti


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del13/10/2005

Per chiarire il suo problema e prima di utilizzare qualsiasi terapia topica (pomate ,soluzioni, ecc, ecc) le consiglio di superare i suoi inutili imbarazzi e di rivolgersi al suo medico o ad uno specialista a lei vicino. Cordiali saluti.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra