L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Occhio

02/05/2008 15:58:32

Capillari proliferanti

Gentile Dottore,
sono una ragazza di 27 anni che non ha mai avuto particolari problemi di vista. Ultimamente però ho notato che i miei occhi hanno cominciato a riempirsi di capillari rossi, soprattutto l'occhio sinistro, così ho deciso di rivolgermi al mio oculista. Lui, non avendo riscontrato alcun tipo di problematica od infezione oculare, mi ha consigliato soltanto di truccarmi di meno e utilizzare meno le lentine. Io ho smesso TOTALMENTE l'uso delle lentine ma nonostante questo la situazione è peggiorata. Il problema che davvero mi affligge è che, pur non avendo dolore o bruciore o prurito, ogni mattina trovo un piccolo capillare nuovo nell'occhio sinistro,(in particolare nella zona interna dell'occhio) ogni giorno uno nuovo!! Con l'andare del tempo temo che l'occhio possa diventare completamente rosso. Cosa mi consiglia? La ringrazio sin da ora.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/05/2008

Carissima,
intanto SIA TRRANQUILLA E SERENA!!
Se lei ha indossato da lungo tempo e per lungo tempo al giorno( 6 ore/die) le lenti a contatto ,verosimilmente è presente una sindrome da superindossamento delle lenti stesse.
La cornea è un tessuto avascolare e si nutre con il diretto contatto dell'ossigeno presente nell'aria e con quel pò di ossigeno presente nel film lacrimale.Se si indossa per troppe ore al giorno le lenti a contatto(pur le più permeabili all'ossigeno)si riduce drasticamente l'ossigenazione della cornea ed il passo successivo è la NEOANGIOGENESI.Ovvero si cerca di portare alla cornea ossigeno,che viene comunicato essere carente,con l'unico mezzo a disposizione ovvero i vasi che al loro interno hanno sangue nei cui eritrociti c'è ossigeno appunto.Questo crea nel tempo la produzione di vasi che non regrediranno mai più!!
Questi vasi a volte si vedono a volte no.Tutti gli stressors fisico-chimici(umidità,irritazioni congiuntivali,calore,fumo ambientale etc.etc)li fanno dilatare e quindi si vedono di più(ma sono sempre presenti ,anche se invisibili,a livello biomicroscopico).E' chiaro che quando va a dormire,chiudendo le palpebre,aumenta la temperatura distrettuale ed al risveglio il suo effetto è un netto peggioramento visivo della presenza dei vasi per la loro vasodilatazione.
Ci possono essere vari rimedi farmacologici e soprattutto la sdospensione dell'uso delle lenti a contatto.


Un caro saluto.
siravo@supereva.it
http://siravoduilio.beepworld.it

Dott. Duilio Siravo
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
PISA (PI)


Altre risposte di Occhio







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra