L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

30/07/2007 19:55:51

Cistiti croniche

Buongiorno, ormai da due anni e mezzo soffro di cistite. All'inizio si presentava ogni tre quattro mesi, ora ogni mese. Ho fatto tutti i tipi di esami possibili: ecografia delle vie urinarie, uroflussometria, tampone vaginale e uretrale, pap test, esame delle feci per candida, tampone per clamidia. Tutto è risultato sempre negativo. Ogni qualvolta finisco la cura antibiotica per i batteri che l'urinocoltura a riscontrato ( e.coli o klebsiella) finiscono i sintomi della Cistite ma iniziano dei forti bruciori e delle fitte molto dolorose all'uretra che si verificano quando cammino ma anche quando sto distesa a letto. L'urologo dice che dipende tutto dal sistema immunitario ma ho fatto tantissime cure per rinforzarlo e i problemi non sono scomparsi. Sono così stanca di questa situazione e non so più cosa fare. Potrebbe darmi un consiglio? grazie mille

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del08/09/2007

Cara lettrice ,
in questo tipo di "problemi urologici", in molti casi, possono essere utili alcune indicazioni di tipo dietetico-comportamentale.
Ad esempio limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca , formaggi stagionati . Lo stesso vale per le bevande come caffè, tè, bibite gasate od alcooliche. Bere con inteligenza durante tutto l'arco della giornata almeno 1,5, 2 litri di liquidi smettendo di bere almeno due ore prima di andare a letto. Combattere la Stitichezza quindi dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica. Spegnere la sigaretta perchè la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica. Tenere d'occhio la bilancia ; a volte perdere peso migliora il quadro . Infatti il grasso accumulato sul giro vita può peggiorare a volte i sintomi. Infine ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista che la sta seguendo.
Un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra