LIBRI

Ultimo aggiornamento: 21/12/2016 00:00

Parole che curano: le storie dei protagonisti per una "buona medicina"

Parole che curano: le storie dei protagonisti per una “buona medicina”Parole che curano. L'empatia come buona medicina. Storie di malati, familiari e curanti (Publiediting, 14,00 euro, 240 pp.) scritto a quattro mani della pediatra Franca R. Parizzi e del giornalista scientifico Maurizio M. Fossati propone un viaggio nella "medicina narrativa".

Nel libro il dolore, la guarigione, il ruolo del medico, il rapporto medico-paziente e alcune malattie gravi e socialmente rilevanti, vengono analizzati attraverso le storie e le parole dei protagonisti. Pazienti, medici e operatori della salute raccontano in prima persona le esperienze che hanno vissuto sulla loro pelle. Le narrazioni, le vicende, i conflitti e le ansie sollecitano domande e forniscono soluzioni.

Le parole dei malati e degli ex malati a volte possono emozionare fino al punto di far piangere. Ma spesso, più spesso, danno conforto e riescono a infondere serenità. Ma soprattutto coraggio e speranza.

La medicina narrativa nasce, infatti, come esigenza di sensibilizzare i medici sull'importanza dell'empatia. Sviluppando le competenze narrative, il medico può meglio capire e aiutare il paziente nella sua malattia. Spesso è in gioco il successo stesso della cura.

L'etica professionale talvolta induce il medico ad avere un contatto di tipo esclusivamente clinico. Ebbene, narrare empaticamente l'esperienza di cura può colmare questo distacco, rendendo più profondo il rapporto umano. Entrare nella storia di una persona, assisterla nella sofferenza, aiutarla a sopportare il dolore è lo scopo della medicina narrativa.

Attraverso la narrazione di storie reali si può addirittura ridurre la distanza tra opinione pubblica e comunità scientifica poiché chiunque può identificarsi con i protagonisti delle storie. Così, anche il malato trae vantaggio dalla medicina narrativa: capisce l'importanza di comunicare nel modo più attento e accurato quanto gli sta accadendo.

Ed è questa la nuova strada, molto efficace, per costruire, passo dopo passo, una migliore "cultura della salute".


© RIPRODUZIONE RISERVATA


NOTIZIE DI: Mente e cervello



Feed RSS







VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2017 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra