ANTIGENE

04 marzo 2016
Lettera A

ANTIGENE



Molecola, che introdotta nell'uomo o nell'animale, evoca una risposta immune specifica mediante la produzione di anticorpi sierici (immunità umorale o sierica) o cellulari (immunità cellulo-mediata) oppure induce una tolleranza immunologica specifica. Gli antigeni che stimolano una risposta sono normalmente estranei all'animale al quale vengono somministrati (v. però autoantigeni ), di peso molecolare superiore a 1.000 (v. però aptene ) e di natura proteica o polisaccaridica. La definizione di antigene è arbitraria dato che la responsività specifica è una proprietà dei tessuti dell'ospite, non della sostanza iniettata. Non è in genere la molecola intera che provoca la risposta immunologica, ma alcune delle sue parti denominate determinanti antigenici, siti antigenici o epitopi (v.).



Lettera A:
Vedi i termini con la Lettera A (1227)



Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  Esperto risponde  |
Cerca il farmaco
Potrebbe interessarti
L'esperto risponde