BLOCCO ATRIO-VENTRICOLARE

04 marzo 2016
Lettera B

BLOCCO ATRIO-VENTRICOLARE



Rallentamento della conduzione dell'eccitazione fra atri e ventricoli, caratterizzato da un ritardo o dall'assenza parziale o completa della risposta ventricolare. Le cause sono diverse: farmaci (digitale, più raramente chinidina, beta-bloccanti), infarto miocardico, miocardite, iperpotassiemia, cardiomiopatie, vizi aortici, ecc. Si distingue: blocco A-V di I grado (clinicamente muto, si manifesta solo all'ECG con un prolungamento di P-R superiore a 0,20 secondi con una frequenza normale), blocco A-V di secondo grado (v. blocco di Wenckebach e blocco di Mobitz tipo I e II) e blocco A-V di terzo grado (blocco completo per cui i ritmi atriali e ventricolari risultano del tutto indipendenti).



Lettera B:
Vedi i termini con la Lettera B (547)



Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  Esperto risponde  |
Cerca il farmaco
Potrebbe interessarti
L'esperto risponde