CITOMEGALOVIRUS

04 marzo 2016
Lettera C

CITOMEGALOVIRUS



Definizione di CITOMEGALOVIRUS


Virus DNA ubiquitario con la caratteristica di rimanere latente nell'organismo dopo l'infezione primaria e di riattivarsi dopo mesi o anni. Molto diffuso (oltre l'80% delle persone adulte ha anticorpi contro il virus), la malattia è però rara. Si può avere una infezione congenita e connatale unicamente nel corso dell'infezione primaria della madre ma solo lo 0,1% dei bambini infettati presenta un grave quadro clinico (ittero con epatosplenomegalia, porpora piastrinopenica, microcefalia, corioretinite, ritardo psicomotorio, polmonite interstiziale). Nell'adulto l'infezione è sempre grave nel soggetto immunodepresso ed è la più importante causa di complicanza infettiva nei trapianti d'organo. Si manifesta con una sindrome mononucleosica, febbre elevata, mialgie, splenomegalia, esantema maculopapuloso, polmonite interstiziale, miocardite, pleurite, encefalite, anemia emolitica, piastrinopenia. Sin.: herpes virus umano 5.



Lettera C:
Vedi i termini con la Lettera C (1317)


Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Vivere in menopausa: al via campagna informativa
Salute femminile
19 ottobre 2017
News
Vivere in menopausa: al via campagna informativa
Meditare fa bene al cuore
Cuore circolazione e malattie del sangue
18 ottobre 2017
News
Meditare fa bene al cuore
L'esperto risponde