06/08/16  - Tc massiccio facciale senza contrasto - Orecchie naso e gola

06 agosto 2016

Tc massiccio facciale senza contrasto




Domanda del 06 agosto 2016

Domanda


Broncopatia con apnee ostruttive del sonno, presenza di ts tessuto a bassa densità che occupa in maniera preponderante i seni frontali, mascellare, di destra il labirinto etmoidale con decalcificazione delle sottili parete osé s ed è la porzione medio inferiore del seno mascellare di sinistra con contorni policiclici pseudopolipoidi, concomita ispessimento concentrico crolla mucosa del seno sfeinodale. ostruzione bi bilaterale del complesso ostico mentale. settodeviazione sinistra. elettrolisi apicale e Carie di alcuni elementi dentali bilateralmente. volevo sapere in poche parole se è grave, questa è di un anno fa, la avevo fatta in merito a una Sinusite acuta, che avevo curato ma adesso è peggiorata.
Risposta del 21 agosto 2016

Risposta di FRANCESCO GEDDA


Il referto TAC depone - al momento dell'esame - per una infiammazione dei seni etmoidali, frontali e mascellari, ma non consente di stabilire la "gravità" di una Sinusite o di altra patologia associata. Se tale esame è stato eseguito durante un episodio di Sinusite acuta, probabilmente la situazione sarà cambiata nell'ultimo anno. Temo che l'unica strada sia sottoporsi ad una visita ORL, giacchè appare necessario correlare la sintomatologia (di cui non parla nel suo scritto) con il quadro endoscopico


Dott. Francesco Gedda
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Otorinolaringoiatria
TORINO (TO)

Il profilo di FRANCESCO GEDDA
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Orecchie naso e gola



Potrebbe interessarti
Sentire poco, vivere male
Orecchie naso e gola
03 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Sentire poco, vivere male
Perdita dell’udito, ecco le conseguenze sulla vita di tutti i giorni
Orecchie naso e gola
14 novembre 2017
Notizie e aggiornamenti
Perdita dell’udito, ecco le conseguenze sulla vita di tutti i giorni