FOCUS

Ultimo aggiornamento: 19/09/2016 00:00

Il segreto per invecchiare bene: benessere mentale e vita sessuale

Il segreto per invecchiare bene: benessere mentale e vita sessuale Chi l'ha detto che con il passare degli anni si va incontro inevitabilmente a un periodo buio nel quale vengono meno il benessere fisico e mentale? Invecchiare bene si può e lo dicono anche i ricercatori che si dedicano allo studio di questa stagione della vita. Due studi di recente pubblicazione spiegano infatti che il benessere mentale cresce con il passare degli anni e che mantenere una vita sessuale soddisfacente è possibile e in alcuni casi, in particolare per le donne, può essere di aiuto anche alla salute di cuore e vasi.

Il benessere della mente arriva con i capelli bianchi

C'è un aumento lineare nel benessere mentale che comincia nei primi anni dell'età adulta e prosegue man mano che gli anni avanzano. Sono questi in estrema sintesi i risultati di uno studio condotto su circa 1.500 persone di età compresa tra 21 e 100 anni e da poco pubblicato sulla rivista Journal of clinical psychiatry dai ricercatori dell'Università della California coordinati da Dilip Jeste. «I partecipanti allo studio hanno riferito di sentirsi meglio nei confronti di se stessi e delle loro vite anno dopo anno, decennio dopo decennio» spiega Jeste, professore di psichiatria e neuroscienze e direttore del Center on healthy aging di San Diego ricordando che tra i giovani di 20-30 anni sono stati invece registrati livelli più elevati di stress e sintomi di ansia e depressione. Questi risultati, in contrasto con l'opinione comune che il benessere diminuisce con l'età, devono ancora essere spiegati nel dettaglio, ma i ricercatori statunitensi hanno ipotizzato alcune cause dell'aumento costante del benessere mentale con il passare del tempo. «Gli anziani possono aver acquisito una maggiore capacità di affrontare le situazioni e i cambiamenti stressanti: in pratica hanno imparato a non diventare ansiosi per le piccole cose e a considerare più piccole cose che un tempo ritenevano enormi» dicono gli autori. Non dimentichiamo poi che con l'età si acquista anche saggezza, che di certo aiuta a stare bene nonostante gli inevitabili cali fisici e cognitivi legati al tempo che passa.

Il sesso fa bene al cuore delle signore, anche quelle meno giovani

Una vita sessuale intensa e appagante non è solo per i giovani. Anche le persone più in là con gli anni ne possono godere traendo in alcuni casi anche vantaggi per cuore e vasi. Lo affermano dalle pagine della rivista Journal of health and social behavior i ricercatori della Michigan State University guidati da Hui Liu, professore associato di sociologia presso l'ateneo statunitense. «La nostra analisi ha messo in luce che gli uomini anziani in genere hanno rapporti sessuali con maggiore frequenza e maggiore soddisfazione rispetto alle donne della stessa età» precisa l'esperta che assieme ai colleghi ha analizzato le abitudini sessuali di circa 2.200 persone di età compresa tra 57 e 85 anni mettendole poi in relazione alla salute cardiovascolare. E dallo studio è emerso che per gli uomini una maggiore frequenza sessuale e un maggior piacere legato al sesso si associano a un aumento del rischio di eventi cardiovascolari con il tempo. Per le donne è vero invece il contrario: più soddisfacente è la vita sessuale, maggiore è la salute di cuore e vasi e minore il rischio di eventi cardiovascolari. «Una spiegazione potrebbe risiedere nel fatto che gli uomini più avanti con gli anni fanno più fatica a raggiungere l'orgasmo - complice anche il calo dei livelli di testosterone - e devono di conseguenza "stressare" di più il sistema cardiovascolare per avere una vista sessuale soddisfacente» dicono gli autori che poi concludono ricordando che servono ulteriori studi per approfondire l'argomento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


NOTIZIE DI: Mente e cervello



Feed RSS







VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra