VATRAN*25 CPR 5 MG
Prontuario dei farmaci

VATRAN*25 CPR 5 MG




NOME COMMERCIALE        VATRAN*25 CPR 5 MG

AZIENDA        Valeas S.p.A.

CLASSE              C

RICETTA        RR7 - medicinale dispensabile al pubblico con ricetta medica; specialità soggetta alla L. 79/2014, tab. E med.

ATC        N05BA01
Diazepam

PRINCIPIO ATTIVO        diazepam (DC.IT) (FU)

GRUPPO TERAP.        Premedicazione, Ansiolitici, Antiepilettici benzodiazepinici

TIPOLOGIA        Diazepam

VALIDITA'        60 mesi


INDICAZIONI TERAPEUTICHE

ansiolitico in tutti gli stati di tensione psichica: nevrosi d'ansia, disreattività psicoemozionale, fobie, distimie, ecc.; coadiuvante nella terapia delle manifestazioni psicosomatiche con reversibilità funzionale e nei trattamenti psicoterapici; miorilassante di mantenimento degli stati convulsivanti e spastici, a genesi neurogena; l'impiego terapeutico delle benzodiazepine nel trattamento degli stati ansiosi è indicato soltanto quando il disturbo è grave, disabilitante o sottopone il soggetto a grave disagio

POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE

Il trattamento dovrebbe essere iniziato con la dose consigliata più bassa.
La dose massima non deve essere superata.
Il paziente deve essere controllato regolarmente all'inizio del trattamento per diminuire, se necessario, la dose o la frequenza dell'assunzione per prevenire l'iperdosaggio dovuto all'accumulo.
Dosaggio
Dose media per pazienti adulti: 2-5 mg, due-tre volte al giorno.
Dose media per pazienti anziani o debilitati: 2 mg due volte al giorno.
Bambini: da 1 a 6 anni: 1 - 6 mg al giorno; da 6 a 14 anni: 6 -10 mg al giorno
Anziani e debilitati
La posologia va fissata entro limiti prudenziali attenendosi inizialmente alle dosi minime, per la reattività molto variabile che tali pazienti possono manifestare agli psicofarmaci.
In particolare si fa riferimento a soggetti con alterazioni cerebrali, specie arteriosclerotiche, o con insufficienza cardiorespiratoria.
Periodo di somministrazione
Ansia, tensione ed altre manifestazioni somatiche o psichiatriche associate con sindrome ansiosa
Il trattamento deve essere il più breve possibile. Il paziente dovrebbe essere rivalutato regolarmente e la necessità di un trattamento continuato deve essere valutata attentamente, particolarmente se il paziente è senza sintomi. La durata complessiva del trattamento, generalmente, non dovrebbe superare le 8-12 settimane, compreso un periodo di sospensione graduale.
In determinati casi, può essere necessaria l'estensione oltre il periodo massimo di trattamento: in tal caso, ciò non dovrebbe avvenire senza rivalutazione della condizione del paziente.
Insonnia
Il trattamento deve essere il più breve possibile. La durata del trattamento, generalmente, varia da pochi giorni a due settimane, fino a un massimo di quattro settimane, compreso un periodo di sospensione graduale. In determinati casi, può essere necessaria l'estensione oltre il periodo massimo di trattamento; in tal caso ciò non dovrebbe avvenire senza rivalutazione delle condizioni del paziente.
Il farmaco deve essere assunto al momento di coricarsi.

Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Esperto risponde  |
Calcola il peso forma
L'esperto risponde
Potrebbe interessarti