Le bibite gassate e zuccherate aumentano il rischio di calcoli renali

10 luglio 2013
News

Le bibite gassate e zuccherate aumentano il rischio di calcoli renali



bibite gassate e zuccherate calcoli renali


Fanno ingrassare, aumentano il rischio di diabete, favoriscono le carie e la cellulite... Non bastasse tutto ciò a mettere all'indice le bibite gassate e zuccherate arriva un nuovo studio che certifica che le "bollicine" aumentano il rischio di sviluppare calcoli renali.
Lo hanno scoperto ricercatori della facoltà di Medicina e Chirurgia "A. Gemelli" dell'università Cattolica di Roma, insieme ai colleghi della Harvard university di Boston. Chi consuma un bicchiere o una lattina al giorno di bevande carbonate (gassate) ha un rischio di calcoli del 23-33 per cento maggiore rispetto a chi consuma meno di una lattina alla settimana.

La scoperta è frutto di un maxi-studio durato otto anni che ha coinvolto 194mila persone. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista "Clinical journal of the american society of nephrology": «Il nostro studio» dichiara il nefrologo dell'università Cattolica, Giovanni Gambaro, «suggerisce inoltre che caffè etè non siano controindicati per la salute dei reni, ma che, al contrario, possano essere potenzialmente benèficinei pazienti con calcoli renali. Finora, si tendeva a dire che tè e caffèdevono essere assunticon moderazione dai pazienti con calcolosi in quanto sono fonte di sostanze dannose per i reni come l'ossalato. Il nostro studio tende a sfatare questa idea».

L'assunzione eccessiva di bevande carbonate e zuccherate è un fattore di rischio noto per lo sviluppo di condizioni come l'obesità o il diabete, che a loro volta aumentano il rischio di sviluppare calcoli.
L'ipotesi avanzata dai ricercatori, però, è che le bevande gassate e zuccherate abbiano anche un effetto diretto sui reni, in quanto nello studio l'analisi statistica teneva in considerazione anche gli effetti indiretti causati da obesità e diabete e ciononostante si osservava una associazione significativa tra consumo di bibite e calcoli.

«Sulla base dei risultati dello studio» conclude Pietro Manuel Ferraro, Uo di nefrologia e dialisi dell'università Cattolica «raccomandiamo a tutti un'assunzione limitata (non superiore a una lattina alla settimana) di bevande gassate zuccherate, in particolare a coloro che sono affetti da calcolosi o a rischio di sviluppare tale condizione».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Cistite: meglio evitare il trattamento fai da te
Rene e vie urinarie
11 dicembre 2017
Notizie
Cistite: meglio evitare il trattamento fai da te
Le 7 regole per la salute del cuore aiutano anche i reni
Rene e vie urinarie
20 aprile 2016
Notizie
Le 7 regole per la salute del cuore aiutano anche i reni
L'esperto risponde