Golafair 1,5 mg 20 pastiglie gusto miele-limone

Ultimo aggiornamento: 05 aprile 2017
Farmaci - Golafair

Golafair 1,5 mg 20 pastiglie gusto miele-limone




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Iodosan S.p.A.

MARCHIO

Golafair

CONFEZIONE

1,5 mg 20 pastiglie gusto miele-limone

ALTRE CONFEZIONI DI GOLAFAIR DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
cetilpiridinio cloruro

FORMA FARMACEUTICA
caramella pastiglia

GRUPPO TERAPEUTICO
Antisettici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

SCADENZA
60 mesi

PREZZO
DISCR.


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Golafair 1,5 mg 20 pastiglie gusto miele-limone

Disinfezione della mucosa orofaringea (bocca e gola).


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Golafair 1,5 mg 20 pastiglie gusto miele-limone

Pazienti con ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Per il tipo di forma farmaceutica, Golafair è controindicato nei bambini di età inferiore ai 6 anni.

Non usare nei bambini di età compresa dai 6 fino ai 12 anni, salvo diversa prescrizione medica.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Golafair 1,5 mg 20 pastiglie gusto miele-limone

Non usare per più di 10 giorni. Se non si notano risultati apprezzabili, consultare il medico.

L'uso, specie se prolungato, può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione, in tal caso interrompere il trattamento e consultare il medico per istituire una idonea terapia.

Nei bambini tra 6 e 12 anni si consiglia l'assunzione sotto il controllo di una persona adulta.

“GOLAFAIR 1,5 mg pastiglie“ e “GOLAFAIR 1,5 mg pastiglie senza zucchero“ per la presenza di levomentolo devono essere usate con cautela nei bambini.

“GOLAFAIR 1,5 mg pastiglie senza zucchero“ può essere assunto da pazienti diabetici.

Tutte le altre confezioni contengono zuccheri: di ciò si tenga conto in pazienti diabetici e in pazienti che seguono regimi dietetici ipocalorici.

I pazienti affetti da rara intolleranza ereditaria al fruttosio, sindrome da malassorbimento di glucosio/galattosio o deficit di saccarasi-isomaltasi non devono assumere questo medicinale.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Golafair 1,5 mg 20 pastiglie gusto miele-limone

Evitare l'uso contemporaneo di altri antisettici e detergenti.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Golafair 1,5 mg 20 pastiglie gusto miele-limone

Adulti (compresi gli anziani) e bambini dai 12 anni in su:

sciogliere lentamente in bocca una pastiglia ogni 2-3 ore secondo le necessità, con un massimo di 8 pastiglie al giorno.

Controindicato nei bambini di età inferiore ai 6 anni.

Non usare nei bambini di età compresa dai 6 fino ai 12 anni, salvo diversa prescrizione medica.

Intervallo minimo tra due somministrazioni: 2 ore.

Per un effetto ottimale, si raccomanda di non usare il prodotto immediatamente prima o dopo aver lavato i denti.

Non usare contemporaneamente ad altri antisettici.

Non superare le dosi consigliate.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Golafair 1,5 mg 20 pastiglie gusto miele-limone

Segni e sintomi di intossicazione, conseguenti all'ingestione di quantità rilevanti di cetilpiridinio cloruro, comprendono nausea, vomito, dispnea, cianosi, asfissia, conseguenti a paralisi dei muscoli respiratori, depressione del SNC, ipotensione e coma. Nell'uomo la dose letale è di circa 1-3 grammi. Il trattamento dell'avvelenamento è sintomatico: somministrare, se necessario dei lenitivi. Evitare emesi e lavanda gastrica.

In caso di sovradosaggio è necessario consultare il medico.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Golafair 1,5 mg 20 pastiglie gusto miele-limone

Gli eventi avversi osservati negli studi clinici storici non sono frequenti e sono stati rilevati su una limitata popolazione di pazienti.

Di seguito vengono riportati gli eventi considerati attribuibili al farmaco e osservati durante l'ampio uso post-marketing alle dosi terapeutiche riportate nel foglio illustrativo, classificati per Sistemi e Organi e frequenza.

La convenzione sulla frequenza utilizzata per la classificazione degli effetti indesiderati è la seguente: molto comune (≥1/10), comune (≥1/100, <1/10), non comune (≥1/1000, <1/100), raro (≥1/10000, <1/1000), molto raro (<1/10000), non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

La frequenza degli eventi avversi è stata stimata sulla base di reports spontanei ricevuti durante l'uso post-marketing.

Patologie gastrointestinali: molto raramente sono state rilevate, a livello del cavo orale, irritazione locale e leggera sensazione di bruciore, che si possono prevenire evitando di lasciare per lungo tempo la pastiglia a contatto con la medesima area di mucosa orale.


CONSERVAZIONE



Conservare a temperatura non superiore ai 25°C.






Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Ultimi articoli
I piselli freschi, a metà tra legumi e verdura
22 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
I piselli freschi, a metà tra legumi e verdura
Zenzero: le controindicazioni
19 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Zenzero: le controindicazioni
Longevità. Vivere più a lungo grazie ai telomeri
19 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Longevità. Vivere più a lungo grazie ai telomeri
L'esperto risponde