Vitamina B1 Salf 50 mg/2 ml soluz. iniett. im 5 fiale

Ultimo aggiornamento: 26 ottobre 2017
Farmaci - Vitamina B1 Salf

Vitamina B1 Salf 50 mg/2 ml soluz. iniett. im 5 fiale




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Salf S.p.A. Laboratorio Farmacologico

MARCHIO

Vitamina B1 Salf

CONFEZIONE

50 mg/2 ml soluz. iniett. im 5 fiale

ALTRE CONFEZIONI DI VITAMINA B1 SALF DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
tiamina cloridrato

FORMA FARMACEUTICA
soluzione (uso interno)

GRUPPO TERAPEUTICO
Vitamine

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
20,00 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Vitamina B1 Salf 50 mg/2 ml soluz. iniett. im 5 fiale

Profilassi e terapia della carenza di vitamina B1 (beri-beri e sue diverse forme cliniche), polineuriti carenziali (etiliche o gravidiche), miocardiopatie degli etilisti, a dosi elevate terapia coadiuvante delle nevriti e polinevriti non carenziali.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Vitamina B1 Salf 50 mg/2 ml soluz. iniett. im 5 fiale

Ipersensibilità nota o sospetta al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Vitamina B1 Salf 50 mg/2 ml soluz. iniett. im 5 fiale

Usare subito dopo l'apertura del contenitore. La soluzione deve essere limpida, incolore e priva di particelle visibili. Serve per una sola ed ininterrotta somministrazione e l'eventuale residuo non può essere utilizzato. I preparati a base di vitamina B1 o derivati possono provocare disturbi in soggetti che hanno avuto fenomeni di sensibilizzazione o manifestazioni morbose da allergopatie.

Il rischio di reazioni di ipersensibilità risulta aumentato con la somministrazione ripetuta per via intramuscolare.

Tenere fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Vitamina B1 Salf 50 mg/2 ml soluz. iniett. im 5 fiale

Il tiosemicarbazone e il 5-fluorouracile inibiscono l'attività della tiamina.

Interferenze con i test di laboratorio:

  • la vitamina B1 può dare falsi positivi nella determinazione dell'urobilinogeno con il reagente di Ehrlich;
  • alte dosi di vitamina B1 possono interferire con la determinazione spettrofotometrica della teofillina sierica.



POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Vitamina B1 Salf 50 mg/2 ml soluz. iniett. im 5 fiale

Da usare sotto il diretto controllo medico. Una fiala al giorno o a giorni alterni per via intramuscolare, secondo prescrizione medica.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Vitamina B1 Salf 50 mg/2 ml soluz. iniett. im 5 fiale

Casi clinici isolati di reazioni tossiche alla somministrazione prolungata rappresentano, probabilmente, reazioni di ipersensibilità.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Vitamina B1 Salf 50 mg/2 ml soluz. iniett. im 5 fiale

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione

Dolore nella sede di iniezione

Disturbi del sistema immunitario

Sono stati riportati, solitamente dopo iniezione, reazioni allergiche e anafilattiche con sintomi quali prurito, orticaria, angioedema, dolore addominale, difficoltà respiratorie, tachicardia e palpitazioni. Queste reazioni sono spesso precedute da starnuti o prurito transitorio.

La somministrazione di preparati contenenti vitamina B1 o derivati può essere seguita dalla comparsa di reazioni generali di ipersensibilità compreso lo shock anafilattico.


CONSERVAZIONE



Questo medicinale non richiede alcuna particolare condizione di conservazione.

Tenere il contenitore ben chiuso.


PATOLOGIE ASSOCIATE







Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Stomaco e intestino
19 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Gonfiore e distensione addominale: conosciamo causa e trattamento
Sindrome dell'intestino irritabile: un aiuto dai probiotici
Stomaco e intestino
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Sindrome dell'intestino irritabile: un aiuto dai probiotici
Diverticolosi. Alimentazione e fattori di rischio
Stomaco e intestino
20 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Diverticolosi. Alimentazione e fattori di rischio
L'esperto risponde