Mastopatia fibrocistica

23 aprile 2012

Mastopatia fibrocistica



Definizione

Lesione benigna caratterizzata dalla presenza di dolore, cisti e modularità diffuse della mammella. Piccoli noduli sono normalmente presenti nel tessuto mammario, dovuti alle fluttuazioni ormonali a cui l'organo è sottoposto ad ogni ciclo mestruale. Il loro ingrandimento, associato alla presenza di cisti, provoca la malattia.

Cause

Lo sviluppo della mastopatia fibrocistica è legata all'attività endocrina dell'ovaio: la malattia infatti tende a ridursi dopo la menopausa. Si presuppone che esista anche una certa predisposizione congenita della ghiandola. La condizione è assolutamente benigna ed estremamente diffusa.

Sintomi

La mastopatia fibrocistica provoca ipersensibilità e dolore al seno, che generalmente aumentano nel periodo precedente al ciclo mestruale. Le aree nodulari possono ingrandirsi, dando una sensazione di pesantezza e fastidio, in particolare nel quadrante superiore esterno della mammella.

Diagnosi

La diagnosi viene effettuata dal ginecologo tramite palpazione del seno. Per una diagnosi definitiva occorre effettuare una mammografia, un'ecografia mammaria o una biopsia.

Cure

Generalmente non è necessaria nessuna terapia. In caso di dolore è utile l'assunzione di FANS o di aspirina. Sono anche utilizzati prodotti topici (gel) a base di progesterone. Se i noduli fibrocistici sono particolarmente fastidiosi, se ne può drenare il liquido con una procedura ambulatoriale, oppure li si può rimuovere con un intervento chirurgico.

Cure alternative

Sono segnalati rimedi fitoterapici per regolare i livelli ormonali, migliorare la funzionalità epatica e favorire la disintossicazione dell'organismo. Segnalati anche omeopatia e agopuntura.

Alimentazione

Il cioccolato contiene metilxantine, sostanze simili alla caffeina, che sono state associate allo sviluppo di noduli benigni al seno. È quindi prudente limitarne il consumo. Evitare i grassi animali saturi e i grassi idrogenati poiché possono aumentare l'infiammazione e il dolore.

L'esperto risponde
Potrebbe interessarti