L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

09/08/2008 19:29:12

Convulsioni febbrili

Ho una bimba stupenda di 16 mesi.Il 4 aprile di quest'anno,per la prima volta, a causa dello sbalzo di temperatura( da 37,5 a 39) la bambina ha avuto un episodio di convulsioni a casa e uno in ospedale subito dopo averla ricoverata.Dopo la diagniosi,la progniosi e le cure il terzo giorno l'anno dimessa priva di febbre dicendoci che alcuni bambini nei quali il sistema di termoregolazione della temperatura e' immaturo sono soggetti a convulsioni.Nonostante ci abbiano detto che non c'era bisognio abbiamo sottoposto ,dopo una settimana dall'episodio,la bambina ,ad un EEG;risultato tutto nella norma.A distanza di 3 mesi dopo aver effettuato un richiamo del vaccino per l'epatite la bambina a presentato febbre e di conseguenza convulsionni.questa volta siamo intervenuti subito ,a casa,con la peretta di valium ricoverandola subito dopo.Le mie domande sono le seguenti:e' necessario che ogni volta che si presenta una convulsione(speriamo mai piu') effettuare un elettroencefalogramma?E' vero che le convulsioni possono presentarsi fino all'eta' di 5/6 anni?Possono causare danni a livello neurologico?Se dovessero presentarsi altre volte bisogna seguire una terapia di fondo?Vi prego di rispondermi.GRAZIE

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del13/08/2008

Gentile Signora,

non è il caso di preoccuparsi, poiché le convulsioni febbrili sono un problema non raro nei bambini piccoli. Le convulsioni febbrili si possono osservare sino ad una età di 5/6 anni in occasione di rialzi febbrili (tuttavia in molti soggetti il disturbo si conclude molto prima dei 5/6 anni). La miglior strategia di intervento è rappresentata dalla precoce utilizzazione di farmaci antipiretici all'inizio della febbre ed eventualmente del diazepam rettale. Non mi sembra sia il caso di effettuare in ogni occasione un EEG di controllo poiché il disturbo è di natura benigna e non provoca danni neurologici.
In ogni caso segua le indicazioni del suo pediatra e/o del neuropsichiatra infantile.
Tanti cordiali saluti.

massimo.muciaccia@tele2.it


Dott. Massimo Muciaccia
Specialista attività privata
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia
BARI (BA)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra