L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

12/01/2006 13:08:08

Disturbi omportamentali

Buongiorno!
Ho un problema col mio fidanzato e purtroppo non riesco più a reggere la situazione. Io e lui stiamo assieme da 2 anni e mezzo, anni nei quali l'ho aiutato ad uscire dal tunnel della droga. Lui ha fatto uso di eroina per 10 anni ma ora che non si droga più noto qualche disturbo comortamentale. Le spiego: se abbiamo una piccolissima discussione, lui si altera facilmente a tal punto da urlare e non lasciar parlare me, rompe oggetti ecc. Così ultimamente sto pensando che probabilmente la droga gli ha "mangiato" qualche neurone di troppo, anche perchè propio stamattina ho scoperto un'altra cosa: dei dvd porno nel suo cassetto. Non capisco che bisogno abbia di guardare quel genere di film, ha 37 anni e direi che abbiamo una vita sessuale abbastanza normale. Secondo lei cosa sta succedendo?
Grazie per la cortese attenzione,

Daniela

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del15/01/2006

Non so cosa stia succedendo perchè non conosco il suo ragazzo, ma so che vi sono personalità disturbate che hanno bisogno di emozioni forti per sentirsi "vivi".
La droga è stata probabilmente usata proprio con questo significato:avere esperienze "speciali" che facessero sentire "vivi e forti" (ovviamente in modo illusorio).
Il fatto che un uomo o una donna vedano fil porno non mi sembra di per sè un grande problema, semmai il problema è capire in che misura essi vengono usati come "diversivo" e in che misura essi sono sentiti come "necesssari".
Infatti anche l'uso di metariale pornografico può assumere le caratteristiche di una dipendenza vera e propria.
In quanto alle scenate di violenza, è evidente che il suo uomo soffre di disturbi della personalità che andrebbero riconosciuti e curati. se lei lo ama fa bene a stargli vicino, anche se non finirò mai di stupirmi di come tante donne dedicano la loro vita a uomini violenti e problematici dai quali ricevono ben poco, al di là di gratificazioni sessuali.
Non potrebbe essere anche questa una forma di dipendenza?
Se lei si collega con il sito del Gironale di Brescai, pagine Medicina e Salute, troverà in archivio un mio articolo dedicato proprio alla dipendenza affettiva.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra