L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

22/02/2008 12:58:23

Dolore al fianco

Le scrivo per sottoporvi il mio caso. Ho 41 anni. Nel gennaio 2006, nel mezzo di un forte periodo di stress, per la prima volta avverto un forte fastidio, simile ad una contrattura, all'altezza del fianco dx subito sotto le costole. Dopo alcuni giorni al fastidio si è associato un forte dolore di stomaco. Preciso che sono uno sportivo e che non ho mai sofferto di disturbi gastrointestinali ad eccezione di un periodo di alcuni mesi nel '94 in cui ho avuto problemi di colon irritabile poi risolti con diete opportune.
Nei mesi successivi ho fatto una lunga serie di accertamenti (esami sangue, urine, helicobacter-pilori, intolleranza lattosio, ricerca sangue occulto nelle feci, ecografia addome e rx tubo digerente in toto e gastroscopia) che non hanno evidenziato nulla di rilevante se si esclude una leggera intoleranza al lattosio ed una colicisti angolosa. Da allora ho provato una serie di cure dal Deursil, agli antispastici agli inibitori di pompa protonica e antiacidi. Nessuna di queste ha sortito gli effetti desiderati se si escludono i miglioramenti dati dall'assenza di dolore di stomaco durante l'assunzione di inibitori di pompa protonica.
In seguito nel 2007 ho fatto ulteriori accertamenti tra cui test lattulosio che ha dato anch'esso esito leggermente positivo. Ho dunque assunto fermenti lattici (non terapia antibiotica essendo il test proprio al confine tra positivo e negativo). Successivamente lo stesso test ha dato esito negativo.
I disturbi nel frattempo non sono spariti, anzi se ne sono aggiunti altri tra cui senso di secchezza agli occhi e alla bocca, la lingua completamente screpolata, a volte prurito all'altezza degli stinchi. Il male di stomaco è poi diventato quasi esclusivamente notturno. Ulteriori accertamenti (tra cui altre due ecografie negative e una nuova gastroscopia) e diversi esami del sangue e rx-torace fatti presso reumatologia per escludere problemi autoimmuni hanno dato esito negativo. Gli ultimi esami del 2008 sono stati una colonscopia ed anche la pill-cam colon. Tutti negativi.
Oggi a oltre due anni dalla comparsa dei sintomi i disturbi però persistono e mi condizionano fortemente. Non ho comunque perso peso e oltre a quanto riferito non manifesto altri disturbi.
Le confesso che non so più cosa fare.


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del25/02/2008

Lei

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra