L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Occhio

17/06/2008 13:22:03

Dolore occhio

Buongiorno, sono una donna di 50 anni.
circa un anno fa mi sono abrasa l'occhio sinistro. Già altre volte è accaduto che truccandomi mi graffiavo un occhio. Subito dopo la cremina oftalmica riuscivo a debellare il fastidio e l'abrasione scompariva.
Questa volta invece non riesco a venirne fuori.
Elenco di seguito i fastidi che accuso:bruciore, pizzicore, dolore all'orbita in superficie e internamente. Alcune volte il malessere scompare, altre volte è leggero ma sempre latente.
Ho effettuato svariate cure: punture di vitaminie, una quantità di gocce oculari di ogni genere, alanerv e oki quando proprio non ne posso più: Con l'oki si attenua fortunatamente.
Gli esami che ho fatto sono risultati negativi: rx cranio per controllare se fosse sinusite, ecografia dell'occhio, tac. Tutte le analisi del sangue sono perfette.
Mi hanno visitata una miriade di oculisti, un neurologo un otorino e un ortopedico mi hanno tutti rassicurata dicendo che sto bene. Peccato che il dolore persiste e non molla !
Esisterà un medico in grado di risolvere felicemente il mio problema .... non ne posso più !!!!!

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del20/06/2008

Carissima,
si può fare TUTTO,BASTA FARE GIUSTA DIAGNOSI E QUINDI GIUSTA TERAPIA!!
Verosimilmente siamo in presenza di EROSIONI RECIDIVANTI EPITELIALI DELLA CORNEA.
La lesione corneale recidivante(la più nota quella di Franceschetti)spesso dovuta a pregresso trauma lineare,spesso da vegetale(es. foglie),ma comunque un qualsiasi microtrauma lineare(colpo d'unghia,matita cosmetica,etc.etc.).Tale microtruma crea spesso una Distrofia epiteliale lineare a margini non perfettamente complanari(primum movens della recidiva).
Si consigliano spesso pomate prima di dormire che possano creare un'interfaccia notturna epicorneale-infracongiuntivale palpebrale.
Se il problema permane permane conviene fare un curettage dell'epitelio corneale distrofico ed a volte anche ricorrere alla parachirurgia laser ovvero ad una Soft-PTK.




Un caro saluto.
siravo@supereva.it
http://drsiravoduilio.beepworld.it


Dott. Duilio Siravo
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
PISA (PI)


Altre risposte di Occhio







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra