03/02/11  - Esofago di barrett - Stomaco e intestino

03 febbraio 2011

Esofago di barrett




Domanda del 03 febbraio 2011

Domanda


Salve,ho 40 anni e da circa 5 anni soffro di esofagite.Nelle prima gastroscopia mi è stata riscontrata gastrite ed esofagite erosiva,nella seconda si è aggiunto l'helicobacter che è stato eradicato,nella terza fatta nel 2009 risultava esofagite e gastrite.Con le varie cure(omeprazen,pariet,nexium ecc..),i sintomi sono cambiati infatti prima il fastidio maggiore era il senso di fame ,ogni tanto bruciore anche palpitazioni,adesso invece questi si sono quasi del tutto annullati ma è subentrato il dolore al petto dopo la cena o di notte a volte accompagnato da odinofagia così proprio per questo ho rifatto il 17 gennaio la gastroscopia dalla quale risulta un'iperemia del terzo distale e delle aree di mucosa di tipo gastrico,per il resto tutto ok. La biopsia conferma la presenza di strutture ghiandolari di tipo fundico gastrico associate a metaplasia squamosa. Questo significa esofago di barrett? Ho letto che questo si definisce in presenza di metaplasia intestinale e non gastrica,sono un po' confusa.Il mio medico mi ha rassicurata dicendo che dovrò fare la solita cura e i controlli ogni due anni.Adesso prendo il pantopan,c'è qualche farmaco più efficace?Il barrett è reversibile?Se realmente è barrett,è cosi grave?Spero che risponda a queste domande e mi scuso se mi sono dilungata troppo, ma anni fa ho avuto già un'esperienza negative e dolorosa e la paura di ritornare a rivivere quell'incubo mi terrorizza.La ringrazio e aspetto una sua risposta.
Risposta del 08 febbraio 2011

Risposta


Non è importante distinguere la metaplasia. In effetti, si tratta di esofago di Barrett, che va curato all'infinito per evitare che la metaplasia si trasformi in displasia. Talvolta questa trasformazione della mucosa tende a regredire, ma con una terapia costante e piene dosi. I farmaci inibitori di pompa sono equivalenti e tutti molto efficaci, stia tranquilla.

a href="http://www.dica33.it/Alberto_Tittobello?esp=7921" Alberto Tittobello /a
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)


Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Stomaco e intestino

Potrebbe interessarti
L’intestino irritabile si cura con la dieta personalizzata
Stomaco e intestino
28 settembre 2017
News
L’intestino irritabile si cura con la dieta personalizzata
Reflusso acido? Ecco la giusta alimentazione per tenerlo a bada
Stomaco e intestino
15 settembre 2017
Focus
Reflusso acido? Ecco la giusta alimentazione per tenerlo a bada
Fusilli di kamut in crema di basilico e dadolata “caprese”
Stomaco e intestino
11 agosto 2017
Le ricette della salute
Fusilli di kamut in crema di basilico e dadolata “caprese”