L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

24/08/2008 19:33:36

Frattura acetabolo

6 mesi fa ho avuto una frattura all'acetabolo e una della branca ischiopubica, ad oggi registro ancora dolori molto forti tali da dover ingurgitare antinfiammatori e antidolorifici (anche se nonostante tutto il dolore rimane e' sempre vivo in parte).
Una recente scintigrafia ha rivelato un minor afflusso di sangue alla testa del femore. Dalla lastra e dal RM risulta che la frattura e' bella che consolidata.
E' normale avere dolori dopo che la frattura di questo genere risulta consolidata?
E' possibile che i dolori siano causati da un consolidamento errato?
E' possibile che vi sia un danno permanente?
Grazie anticipatamente per la risposta.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del27/08/2008

speriamo che non ci siano sofferenze dell'osso o necrosi perchè significherebbe candidarsi ad una protesi prima o poi. Intanto effettui nuoto, non ingrassi; ci sono dei farmaci appartenenenti alla categoria dei bifosfonati che aiutano molto nella gestione delle algodistrofie ossee che è la patologia che si sospetta in lei. La consolidazione della frattura non c'entra

Dott. Vincenzo Rollo
Casa di cura convenzionata
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
Specialista in Medicina fisica e riabilitazione
LECCE (LE)


Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra