10/07/06  - Glio-blastoma - Mente e cervello

Glio-blastoma




Domanda del 10 luglio 2006

Domanda


Buongiorno,
vi scrivo perchè sei settimane fa mio cognato (46 anni) è stato operato di glio-blastoma multiforme e dal giorno dell'intervento non è stato più possibile toglierlo dalla
sedazione a causa della pressione particolarmente alta e ballerina (raggiunge punte di 260) che non è possibile domare con l'ausilio di farmaci ipertensivi.
La sedazione sembrerebbe l'unica tecnica che consente di tenere la pressione a valori abbordabili.
Dovendolo tenere sempre sedato non è stato possibile effettuare una finestra neurologica completa in grado di far valutare ai neurochirurghi i danni neurologici causati sia
dalla malattia sia dall'intervento.
Nell'ospedale nel quale è stato operato dicono essere il primo caso........ hanno provato tantissimi farmaci ipertensivi ma non ci sono stati risultati.

Mi piacerebbe poter incontrare qualcuno del vostro istituto per capire se vi sono capitati dei casi simili e se esiste un rimedio.
Da subito ci è stato detto che la situazione era gravissima e che avrebbe potuto vivere per 7/9 mesi........ ma se non si risolve il problema pressorio temo che il periodo si ridurrà
notevolmente.

Vi prego datemi una mano.........

Vi ringrazio anticipatamente per qualsiasi cosa foste in grado di fare.

Saluti.
Risposta del 14 luglio 2006

Risposta


Purtroppo la prognosi per il glioblastoma ha quei tempi che Vi sono stati detti dai medici.
Sul fatto che non si riesca a dominare la pressione arteriosa, mi sembra strano, soprattutto se il paziente è assistito in un reparto di Rianimazione.
Auguri

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)



Il profilo di GIOVANNI MIGLIACCIO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Mente e cervello



Potrebbe interessarti