L'esperto risponde

Domanda di: Occhio

15/01/2012 10:41:26

Occhi rossi

Sono una ragazza di 22 anni,e a ottobre il mio occhio destro ha iniziato a presentare un lieve arrossamento.Il tutto poi è degenerato in una reazione di entrambi gli occhi: sono diventati estremamente rossi, mi davano prurito e forte bruciore.Sono andata dall'oculista,che mi ha diagnosticato una reazione allergica e mi ha dato un cortisone. Sono stata meglio per 15-20 gg,dopodichè,senza aver mai cambiato abitudini,l'arrossamento si è ripresentato.Ho fatto una nuova visita,e mi è stato di nuovo detto che era una reazione allergica,ma io non so davvero cosa possa essere.Faccio sempre le stesse cose,anche quando sto meglio,eppure (specie se esco di casa) l'arrossamento si ripresenta.Da cosa può dipendere?Non fumo,non bevo,nel primo sfogo l'arrossamento era accompagnato da bruciore forte,ma adesso no.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:

Risposta del20/01/2012

CONGIUNTIVITI

Le cause possono essere molteplici ed in base ad esse si distinguono:

1) Congiuntiviti da agenti biologici (Batteri, Virus, Miceti, Parassiti)

2) Congiuntiviti da agenti fisico-chimici (Radiazioni ultraviolette, Radiazioni termiche; Cosmetici; Farmaci, Fattori ambientali, ad es.: il fumo o la polvere).

3) Congiuntiviti allergiche e/o immunomediate

Le congiuntiviti dal punto di vista clinico possono essere acute, subacute o croniche.



La congiuntiva e' quella membrana trasparente che si trova sopra la parte bianca dell'occhio. L'infiammazione di questa membrana e' chiamata Congiuntivite .



Congiuntivite : sintomi e segni

Il piu' ovvio sintomi della Congiuntivite e' il rossore all'occhio, dovuto ad una infiammazione. Le congiuntiviti possono anche causare dolori o prurito.



Come fare per sapere da che tipo di Congiuntivite si e' affetti?

Le congiuntiviti sono delle infiammazioni della mucosa congiuntivale e possono avere le seguenti origini: - infettiva; - allergica; - da agenti fisici e chimici.

A loro volta le forme infettive possono essere suddivise in forme causate da:

- batteri; - virus; - miceti; - parassiti.

I batteri che possono causare una Congiuntivite sono: streptococco, stafilococco, meningococco, pneumococco.



La Congiuntivite virale di solito si presenta in un solo occhio e causa un'eccessiva lacrimazione e leggera secrezione purulenta.

La Congiuntivite batterica interessa entrambi gli occhi e causa una pesante secrezione purulenta, a volte verdognola.

La congintivite allergica interessa entrambi gli occhi e causa prurito e arrossamento negli occhi e qualche volta nel naso, cosi' come eccessiva lacrimazione.

La Congiuntivite giganto-papillare di solito interessa entrambi gli occhi e causa intolleranza alle lenti a contatto, prurito e pesante secrezione purulenta e lacrimazione.

Per localizzare la causa e quindi scegliere il trattamento appropriato, l'oculista fara' alcune domande, esaminera' gli occhi e probabilmente raccogliera' un campione su un tampone per analizzarlo.



Quali sono le cause della Congiuntivite ?

Le congiuntiviti possono essere innescate da virus, batteri, reazioni allergiche (a polvere, polline, fumo, vapori o chimiche) o, nel caso di congiuntiviti giganto-papillari, un corpo estraneo nell'occhio, tipicamente una lente a contatto. Le infezioni sistemiche batteriche e virali possono altresi' causare congiuntiviti.



La Congiuntivite si differenzia, in relazione alla causa dell'infiammazione, in:

- Congiuntivite infettiva (batterica; virale; da clamidie; micotica; protozoaria)

- Congiuntivite allergica (atopica vera; primaverile; flittenulare)

- Congiuntivite irritativa (da agenti fisico-chimici; da corpi estranei; da malattie generali o cutanee)



esempi di elementi di rischio non direttamente infettivi: inquinanti presenti nell'aria e nell'acqua, freddo o caldo eccessivo, particolari radiazioni(computer), effetti collaterali dannosi di alcuni farmaci, modificazioni del pH sulla superficie oculare(ad es. in seguito al contatto con acqua durante le abluzioni, al mare o in piscina), contatto con lacche per capelli, deodoranti spray, cosmetici



Congiuntivite infettiva

Batterica i maggiori responsabili sono stafilococco, streptococco, haemophilus, pseudomonas catarrale (acuta, sub-acuta e cronica), purulenta (da Neisseria Gonorrea e) membranose. La Congiuntivite di origine batterica è molto diffusa e contagiosa, genericamente colpisce bambini, giovani o persone che lavorano in un ambiente scarsamente igienico; ci si può infettare entrando a contatto con acque battericamente inquinate o toccandosi gli occhi con le mani sporche. L'infezione la si può trasmettere se si utilizzano asciugamani o colliri in comune con altre persone. Si manifesta in uno o tutte e due gli occhi colpendo la membrana che ricopre la parte interna delle palpebre e le zone lacrimali; i sintomi più comuni sono una sensazione di bruciore, fastidio alla vista. La lacrimazione è ridotta mentre al contrario si produce un muco o pus di colore giallo/grigio appiccicoso che soprattutto nelle ore notturne, durante il sonno, accumulandosi ai lati dell'occhio e poi fra le ciglia può causare l'effetto d'incollare le palpebre al risveglio; in questo caso basta ammorbidire il muco con un panno inumidito con semplice acqua asportando con cura le croste presenti. Normalmente questo tipo di Congiuntivite scompare autonomamente dopo 3 o 4 giorni ma nei casi più gravi e persistenti può durare anche fino a 3 o 4 settimane; la terapia consiste nell’asportare il pus con premura e delicatezza utilizzando poi un collirio antibatterico idoneo per questo tipo d'infezione. È consigliabile richiedere la prescrizione medica o comunque un'indicazione farmaceutica in merito al tipo di collirio e alla metodologia di somministrazione. È estremamente importante non bendare gli occhi o strofinarli, lavarsi sempre le mani dopo aver toccato gli occhi e, se l'occhio infetto fosse solo uno, evitare di trasmettere l'infezione all'altro occhio. Nel caso in cui, dopo 3 o 4 giorni, la situazione non dovesse migliorare è opportuno contattare un medico. In commercio esistono anche creme antibatteriche che svolgono la stessa funzione del collirio, sono consigliate però per applicazioni notturne poiché agiscono con maggiore intensità rispetto al collirio. La Congiuntivite subacuta, portata dal diplobacillo di morax-Axenfeld, ha caratteristico interessamento delle zone in prossimità dei canti e per le alterazioni eczematose del la cute agli angoli delle palpebre.



Congiuntivite cronica: Se presenta un andamento cronico ha una sintomatologia meno appariscente e può rappresentare la non completa guarigione da vecchie congiuntiviti acute oppure può derivare dal cali del sistema immunitario in seguito a malattie come acne, Diabete , ipercolesterolemia, o può essere sostenuta dall'azione costante di agenti irritanti ambientali, compresa l'iposecrezione lacrimale. Di questo gruppo fanno parte anche: La Congiuntivite meibomiana, dovuta ad alterazioni delle ghiandole di meibomio; La Congiuntivite lacrimale, causata da un'ostruzione delle vie lacrimali che provoca ristagno di lacrime e favorisce l'infezione anche da miceti; Le congiuntiviti purulente, sono causate da microrganismi altamente patogeni che vengono detti piogeni per la capacità di far sviluppare del pus.



Congiuntiviti virali

Sono presenti follicoli, spesso è presente rigonfiamento del linfonodo preauricolare, spesso colpisce un solo occhio. Compaiono nel corso di malattie esantematiche ( Morbillo , Varicella , Rosolia ,...), di Influenza o infezioni da Herpes simplex o zoster o da diversi tipi di adenovirus. in questi casi le lesioni riduardano quasi sempre anche la cornea.



congiuntiviti da Herpes zoster passano attraverso i nervi facciali seguendone il decorso. creano caratteristiche Ulcera zioni dette dendritiche per la forma simile a quella dei dendriti dei neuroni.



Una forma di Congiuntivite che da una sintomatologia simile a quella virale è quella follicolare cronica che può avere origine causata da mollisco contagioso del margine palpebrale oppure da una sostanza tossica. Una forma piu grave della stessa è il tracoma, dalla clamidia tracomatis che è un microorganismo simile ad un virus, questa malattia porta alla cecità interessando la cornea nella forme avanzate.



Congiuntiviti allergiche

La forma stagionale è molto frequente, caratterizzata da intenso prurito a lacrimazione. è una forma di breve durata dovuta ai pollini. In alcuni casi, spesso nei bambini, può avere quadri piu gravi interessando la cornea ove possono verificarsi lesioni, dalla perdita epiteliale puntata a vere ulcere. Negli adulti la stessa forma può essere piu grave ancora



Altre risposte di Occhio


© RIPRODUZIONE RISERVATA