L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

01/10/2005 11:00:29

Prostata

Mio padre di età, 74 anni,da circa un anno si è accorto(tramite una visita al retto) di avere la prostata ingrossata.Ha fatto la biopsia,ed il tessuto è risultato ottimo(benigno).Il valore psa è di circa 7,20.Il medico gli ha detto visto che e grossa la prostata di toglierla.Ma mio padre non è convito.Con questi valori,può aspettare per l'intervento? è fare una cura di mantenimento?A cosa va incontro se non si opera?Grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/10/2005

L'intervento in questi casi dipende molto dai sintomi ostruttivi che ha suo padre nell'urinare , dall' eventuale presenza di ristagno delle urine in vescica o da altre situazioni cliniche particolari ( ad esempio una calcolosi vescicale, ecc, ecc) . Se una terapia farmacologica compensa il quadro è possibile anche rinviare la soluzione chirurgica. In sostanza solo il suo urologo può dire l'ultima parola. Cordiali saluti.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Risposta del10/10/2005

Non stà scritto da nessuna parte che la prostata vada "tolta" perchè è "ingrossata". Vi sono delle indicazioni precise all'intervento e solo uno specialista può valutare il singolo caso.

Dott. Mario Melis
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Urologia
CAGLIARI (CA)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra