L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute maschile

29/01/2007 16:09:01

Sospetta prostatite

Gentili Dottori,
nel luglio scorso un mio spermigramma ha riportato dei risultati anomali.
CARATTERISTICHE MACROSCOPICHE
Volume: 5,5 ml Ph: 8 Aspetto: proprio Viscosità: aumentata Fluidificazione: fisiologica
CARATTERISTICHE MICROSCOPICHE
N° SPERMATOZOI
Concentrazione: 22´000´000/ml
Totale per eiaculato: 121´000´000
MOBILITA’ SPERMATOZOI
1° ora 15% rettilinea rapida
12% rettilinea lenta
10% in situ
2° ora 12 rettilinea rapida
11 rettilinea lenta
10 in situ (ipocinesi: 2° ora<50% rettilinea (rapida+lenta))
MORFOLOGIA SPERMATOZOI
Tipici: 30% Atipici: 70%
(Teratospermia:>70% atipie)
ALTRE CELLULE
Leucociti/ml (valori normali<1´000´00ml): 2´000´000
Corpuscoli prostatici: presenti elementi linea germinativa: presenti
Cellule di sfaldamento: rare emazia: assenti
Zone di spermioagglutinazione: presente
Mi viene quindi consigliata una spermicoltura. Esito: Escherichia coli (esccol). Mi viene prescritta una settimana di Ciproxin. Ripeto la spermicoltura a Settembre, esito: escherichia coli. A questo punto mi prescrivono 10 giorni di Bactrin (2 al giorno). Ripeto la spermicoltura ad Ottobre, esito: Enterococcus spp (entspp). Mi chiedono quindi una urinocoltura: esito negativo; sedimento: leucociti (6-7XC.M.) parzialmente disfatti; alcune cellule di sfaldamento delle vie urinarie;detriti amorfi. Comincio quindi, a fine ottobre, un ciclo di Clavulin (7 gg) associato a Sulidamor Nimesulide (10 gg). A fine Novembre nuova spermicoltura; esito: Enterococcus spp (entspp).
Un secondo urologo da cui mi reco mi dice che probabilmente l’antibiotico non ha fatto effetto perché sulla prostata potrebbero esserci formazioni su cui si annidano i microrganismi. Mi chiede una ecografia prostatica transrettale; esito: Prostata nei limiti dimensionali, di 4,5 x 3,1 x 2,8 cm circa (vol. di 20 cc. Circa), a margini regolari e ad ecostruttura regolare. Porzione centrale ad ecostruttura diffusamente disomogenea, con presenza di alcune calcificazioni intraparenchimali evidenti nel suo contesto ed in sede transizionale. Vescichette seminali nei limiti morfo-dimensionali e ad ecostruttura regolare.
E' possibile guarire? Con quali terapie? Grazie.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/02/2007

Caro lettore,
ma che sintomi clinici (disturbi) lei lamentava oltre ad un non perfetto quadro seminale?
Ha ripetuto altri esami del liquido seminale? Sta cercando un figlio?
I batteri da lei segnalati frequentemente possono "inquinare " un campione di liquido seminale senza che ci sia un vero problema infiammatorio grave . L'ecografia che ci descrive è anch'essa priva di indicazioni verso un problema infiammatorio acuto e parla di una generica disomogeneità e di calcificazioni che indicano tutti fatti infiammatori pregressi. Per altro questi sono reperti molto comuni in numerosi uomini adulti che non hanno nessun problema.
Un cordiale saluto.


Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute maschile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra