L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

30/01/2007 10:16:00

Alimentazione post-aborto

Buongiorno dottore, ad aprile, ho subito un aborto, con il passare dei mesi l'ho accettato, o meglio ho cercato di accettarlo, dopo quel periodo volevo perdere qualche kilo perche' il mio corpo non mi piaceva piu' ed allora ho seguito una dieta, ero determinata e forte, stavo raggiungendo dei buoni risultati, fino al punto di avere un'ossessione vera e propria per il mio fisico e per il cibo, adesso e' da natale che non riesco piu' a seguire uno schema alimentare, mi abbuffo tutti i giorni, mangio dolce e salato insieme, provo discgusto e disprezzo per me stessa perche' non ho piu' la forza, non ho piu' la determinazione di prima, non so' che cosa mi stia succedendo, so' solo che sto impazzendo perche' non faccio altro che pensare continuamente al cibo, a cosa mangiare duante la giornata e poi alla sera cado nell'abbuffata ingurgitanto quantita' di cibo spaventose, ma io non vomito, non mi e' mai venuto in mente di farlo e non avrei il coraggio quindi non sono bulimica, sono so' cosa sono, ho pensato che uno psichiatra potrebbe aiutarmi a ritrovare me stessa anche se penso che la forza debba ritrovarla in me stessa ma non so' come e cosa fare per uscire da tutto questo. La ringrazio in anticipo, confidando in una sua risposta.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/02/2007

E' evidente che lei sta attraversando un momento molto difficile in cui non riesce ad orientarsi circa una propria identità affettiva. Il cibo viene per lo più vissuto come una compensazione di un "vuoto" interiore che non va sottovalutato. E' ovvio che lei deve mettere la sua motivazione in un processo di cura, ma dubito che da sola ce la faccia in tempi ragionevoli e in modo adeguato. Faraà bene a cercare uno psichiatra con competenze psicoterapeutiche che la possa seguire sia da un punto di vista "fisico" che da un punto di vista psichico.

Dott.ssa M.Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra