L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

29/08/2006 10:33:38

ANSIA???????

Buongiorno Vi espongo il mio problema:
ho 37 anni, in cura da un terapeuta da circa 4 e 1 anno fa ho manifestato i primi sintomi di una sindrome ansioso depressiva.
Dopo vari tentennamenti il mio psichiatra mi ha convinto all' uso di un SSRI (Citalopram) partendo dal dosaggio minimo di 20Mg per poi passare a 30Mg da circa 6 mesi. La situazione e' notevolmente migliorata senonche' da un paio di settimane mi sono ritornati i classici sintomi dell'ansia e cioe' pesantezza al petto e fame d'aria.
Egregio Dottore vorrei chiederLe alcune cose:
1) I serotoninergici sono utili anche per i disturbi d'ansia o per esseri occorrono i classici ansiolitici o benzodiazepine?
2) il farmaco e' sottodosato? Sono alto 180 cm e peso 85 kg
3) L'uso prolungato di questi farmaci puo' influire sull'attivita' agonistica (pratico nuoto a discreti livelli) e crare squilibri all' organismo (ad es. cuore, fegato, reni, valori ematici ecc. ecc)

Grazie mille per la risposta

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del04/09/2006

i serotoninergici curano anche i disturbi d' Ansia , anche senza bisogno delle benzodiazepine, che magari si possono assumere al bisogno.
il farmaco è al dosaggio giusto, ma può essere aumentato se necessario.
non influiscono sull'attività agonistice, ne creano squilibri.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra