L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

28/07/2004 12:28:53

Circolo venoso superficiale incontinente all'ostiosafeno .............

Circolo venoso superficiale incontinente all'ostiosafeno .................


Premessa
Ho 56 anni altezza 179 cm peso 77 / 79 kg estate / inverno, pratico 35 / 45 minuti al gg di movimento : 10 / 15 min. di riscaldamento ( passo veloce ) 20 / 25 min. footing con respirazione controllata e moto ad evitare ritmi alti di respirazione e battito cardiaco, il tutto effettuato di mattina presto ( 6 ) in zona a pineta.
In condizioni normali : Pressione 85 / 130, battito 56 / 58 al min.
Esami del sangue ogni sei mesi rilevano ( ultimi ) 135 di glicemia, Colest. tot. 207 - colesterolo LDL 121, colesterolo HDL 68 , il resto è OK.
Circa 15 / 18 mesi fa notai che le vene del polpaccio destro si erano gonfiate in alcuni punti, non ci ho prestato attenzione, perchè sono sempre state molto evidenti, più che sulla gamba sinistra; inoltre a meta coscia destra lato interno vi è un rigonfiamento " ritorto " della vena.
A più riprese ho avuto gonfiore alla caviglia destra ed ho imputato la cosa ad una tendinite anche perchè il dolore era localizzato li ( eventi accaduti dopo sforzi prolungati e / o di corsa su sabbia ) .

Da circa due mesi i gonfiori delle vene sono aumentati e il medico di base viste le vene, e saputo che il nonno materno soffriva di flebite , e mia madre anche, mi ha assegnato l'Avernum 500 e l'esame ecocolordoppler agli arti inferiori, cosa che ho fatto , ed oggi ho ritirato l'esito.

Riporto il Referto:
Circolo venoso profondo pervio, ben modulato, dagli atti del respiro.
Manovre di Valsalva negative bilateralmente.
Circolo venoso superficiale incontinente all'ostiosafeno - femorale la safena interna destra.
Insufficienza tronculare a livello del ginocchio e della safena interna di destra.

Vorrei mi fosse consigliata una struttura pubblica od anche privata dove fare tutti gli accertamenti del caso in zona Roma oppure Treviso / Brescia, dove Ho possibilità di soggiornare in casa di parenti.-
Inoltre vorrei sapere se questa insufficienza può causare problemi di tenuta erettiva ( cessato lo stimolo sessuale è come se perdesse pressione molto più velocemente di alcuni mesi fà - magari è solo una mia sensazione) .

La sola idea di non poter più correre o muovermi con la mia consueta padronanza del corpo mi fa stare male .

Cordiali Saluti
Francesco



Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del13/01/2005

in questi casi quando un esame doppler evidenzia un' Incontinenza all'ostio safenico la diagnosi è già fatta, pertanto non resta che curarsi. la cura l'unica realmente valida è quella chirurgica.
Le consiglio di rivolgersi presso un centro di chirurgia e farsi visitare da un chirurgo vascolare o comunque da un chirurgo generale che segue queste patologie,
Direi che dalle sue parti ci sono ottime strutture che curano tali patologie, anche pubbliche pertanto non vedo necessario alcun pellegrinaggio, ne parli con il suo medico curante, che sicuramente avrà indirizzato altre persone presso specialisti del settore.
nessun nesso invece esiste tra tale patologia ed una eventuale Disfunzione Erettile
riguardo alla corsa continui pure, fa solo bene, sia prima che dopo un'eventuale intervento

Dott. Domenico Corbascio
Medico Ospedaliero
PAVULLO NEL FRIGNANO (MO)


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra