L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Cuore

28/02/2006 16:22:53

Ciste da sforzo

Gentilissimo Dottore,
da qualche mese mi è comparsa una "pallina" sul dorso della mano sx, che non mi da al momento alcun dolore. Il medico di famiglia mi ha consigliato, per star tranquilli, di fare un'ecografia. Il medico che l'ha eseguita mi ha detto che si tratta di una ciste da sforzo, inutile operare, e che me la devo tenere. L'unica soluzione sarebbe di capire qual'è lo sforzo che l'ha provocata e di non ripeterlo più e forse scomparirà da sola.
Non sono mancina, lavoro in ufficio, non ho la minima idea di quale possa esser stata la causa scatenante, ma soprattutto si sta ingrandendo lentamente ed inizia ad esser veramente anti-estetica.... C'è qualche soluzione che non sia l'intervento chirurgico? Possibile curarla con manipolazioni?
La ringrazio anticipatamente della Sua cortese attenzione e Le auguro buona giornata.
Jessica

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/03/2006

Gentile Signora,
si tratta presumibilmente di una cisti carpale o tendinea. In tutti e due i casi si tratta di una neoformazione benigna, il cui contenuto è il liquido sinoviale, dalla consistenza del miele, che serve per "lubrificare" le articolazioni ed i tendini: da qui il loro ingrossamento in seguito ad un maggior uso della mano. L'evoluzione è l'ingrandimento progressivo, che può essere anche molto lento. La differenza tra i due tipi di cisti consiste nel fatto che quelle carpali originano in profondità dall'articolazione del polso, non presentano nessun problema particolare e generalmente vengono rimosse per problemi estetici o per il fastidio (modesto) che possono provocare: purtroppo tendono a ritornare in circa il 18% dei casi.
Le cisti tendinee, che seguono il movimento dei tendini, originano direttamente dalla guaina dei tendini, sono anche loro sempre benigne, vanno preferibilmente rimosse perchè possono essere causa di lesioni del tendine. In tutti e due i casi l'intervento si esegue in regime ambulatoriale o di day surgery, in anestesia loco-regionale.
Non esistono rimedi veri e propri alternativi all'intervento chirurgico: in alcuni casi, non rari, la diminuzione o la scomparsa della cisti è spontanea ed indipendente da manipolazioni od altro.
Cordiali saluti.
Enrico Margaritondo
Chirurgo della Mano

Prof. Enrico Margaritondo
Specialista in Chirurgia d’urgenza
ROMA (RM)


Altre risposte di Cuore







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra