L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Allergie

27/04/2006 20:18:00

Citomegalovirus

Sono quasi tre mesi che mia figlia di 9 anni registra un rialzo febbrile (intorno ai 37,2°C) specialmente nel pomeriggio intorno alle 17.00 per poi sparire completamente intorno alle 20,30. Dopo aver eseguito una serie di analisi di laboratorio è risultata avere contratto sia la mononucleosi e, pare più rececentemente considerando l'alto numero degli anticorpi in memoria (mentre quelli attuali erano negativi) il citomegalovirus. L'unico altro valore sfasato è risultato essere il titolo antistreptosilinico che tuttavia era accompagnato da un tampone negativo e in assenza di VES.
Mi sono accorta che la bimba ha avuto un lieve miglioramento in seguito all'assunzione di succo di Aloe, tuttavia il problema sussiste.
Sapete darmi qualche consiglio più specifico?

Grazie in anticipo,


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/05/2006

Certamente l'aloe ha svolto un ottimo lavoro, ma sia il cytomegalovirus, che il virus di Epstein.Barr, vanno portati via velocemente, potrebbero creare problemi futuri, hanno la capacità di permanere nell'organismo indisturbati, nonostante la produzione di anticorpi, infatti ha la febbre, ne è la dimostarzione. Conoscendo e valutando il genoma, si può somministare opportunamente diluito, per informare il sistema immunitario e aiutarlo nella eliminazione, insieme a farmaci che ne aumentino le possibilità responsive.

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia,agopuntura...)
MASSA (MS)


Altre risposte di Allergie







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra