L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Alimentazione

25/09/2004 19:53:10

Compresse strane

Ho 30 anni sono in sovrappeso di 10 kg. sto seguendo una dieta e il mio dietologo mi ha somministrato compresse a base di (scrivo testualmente cio' che e' scritto sulla confezione) fluoxetina cloridrato Ph.Eur g0,012 ,ubidecarenone g 0,015 ,teobromina Ph.Eur ,orthosiphon stamineus g 0,17 ,acido ursodesossicolico Ph.Eur g 0,045,posso prenderle o magari danneggiano ? poi sull'altra confezione c'e' scritto metformina cloridrato Ph.Eur. g 0,25 ,mirtillo nero bacche E.S. g 0,05 ,ananas gambo polvere g 0,1 ,sodio deidrocolato g 0,11 ,cassi nomame E.S. g 0,1 ,senna E.S. g 0,1. ciascuna di queste compresse (2) a pranzo e 2 a cena. le chiedo la cortesia di poter rispondere alla mia domanda.grazie mille.


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del28/09/2004

Questa domanda l'avrei posta al suo dietologo....in questo mix comunque non vedo sostanze particolarmente
pericolose nè per tipologia nè per quantita'.Personalmente non condivido questo genere di terapie in quanto i
farmaci "ufficiali"per la terapia del sovrappeso sono attualmente orlistat e sibutramina, e non sono previsti mix.
Oltre alla dieta e ai farmaci si ricordi l'importanza di praticare regolarmente attivita' fisica.
stia bene

Dott. Raffaele Canali
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
DESIO (MI)


Risposta del13/10/2004

Io credo che intraprendere una dieta ipocalorica debba significare intraprendere un iter di approfondimento del mangiar sano affinchè si possano perdere i chili di troppo (calo di peso proporzionato al tipo di composizione corporea) e tenerli persi nel tempo evitando quell'andar giù e sù del peso che porta inevitabilemnte ad un aumento notevole dello stesso negli anni. Il peso corporeo è la risultante di un equilibrio tra le entrate (costituite dal cibo) e le uscite (l'attività fisica) motivo per cui se ho voglia di eccedere in una qualche occasione è sottinteso che nei giorni successivi ridurrò l'introito di cibo previsto e farò più attività fisica. Secondo il mio modo di concepire credo che in un percorso dietetico ipocalorico sia del tutto diseducativo ottenere un calo del peso corporeo con la somministrazione di qualunque supporto farmacologico incluse tutte le medicine alternative: l'attenzione dei pazienti deve essere diretta ai due cardini principali di tale percorso ovvero ridotto apporto calorico ed aumento del dispendio energetico. Non appena avrà smesso l'assunzione di tali farmaci il Suo peso corporeo lieviterà inesorabilmente perchè viene a mancare l'azione, non sempre innocua, di tali farmaci.

Dott. Salvatore Di Meglio
Specialista attività privata
Continuità Assistenziale
POMIGLIANO D'ARCO (NA)


Altre risposte di Alimentazione







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra