NEWS

Peso e rischio di ictus: un legame complesso nelle donne

Peso e rischio di ictus: un legame complesso nelle donneSovrappeso e obesità rappresentano fattori di rischio per molte patologie sempre più frequenti, dal diabete al cancro, passando dalle malattie cardiovascolari, ma l'influenza dell'eccesso di peso sul rischio di ictus è piuttosto particolare nelle donne.

Secondo i risultati di uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Neurology da un gruppo di ricercatori inglesi, sembra infatti che i chili superflui aumentino il rischio di un tipo di ictus, quello ischemico, ma riducano, seppur di poco, il rischio di ictus emorragico. «In linea generale possiamo dire che il sovrappeso è alla base di molte patologie, ma è importante andare più a fondo nella ricerca per comprendere quanto e come i chili in eccesso possano influenzare le singole patologie» esordisce Gillian Reeves della University of Oxford in Inghilterra e coordinatrice dello studio che ha acceso i riflettori in particolare sui legami tra indice di massa corporea (un parametro calcolato in base a peso e altezza) e rischio di ictus nelle donne.

Nello studio sono state coinvolte oltre 1,3 milioni di donne inglesi di età media pari a 57 anni seguite per circa 12 anni. E al termine dell'analisi è emerso che le donne obese o in sovrappeso avevano un rischio più elevato di andare incontro alla forma più comune di ictus, quello definito ischemico, che rappresenta l'87 per cento dei casi totali ed è causato da un blocco dell'afflusso di sangue al cervello.

«La situazione cambia se si guarda invece all'altra forma di ictus, quello emorragico che rappresenta il restante 13 per cento dei casi ed è dovuto alla rottura di un vaso con conseguente emorragia» afferma Reeves, spiegando che il rischio di questo secondo tipo di ictus si riduce leggermente nelle donne con qualche chilo di troppo.

Attenzione però. I dati dello studio dimostrano che diversi tipi di ictus hanno diversi fattori di rischio, ma non significano certo che si debbano cercare i chili di troppo per proteggersi dall'ictus emorragico. «Man mano che il peso aumenta, il rischio di imbattersi in un qualunque tipo di ictus è superiore a qualunque apparente beneficio dato dai chili di troppo nei confronti dell'ictus emorragico» commenta Richard Libman, neurologo al Long Island Jewish Medical Center di New Hyde Park, N.Y.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


NOTIZIE DI: Alimentazione, Mente e cervello



Feed RSS







VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra