Micoxolamina 1% crema vaginale 75 g + 15 applicatori

Ultimo aggiornamento: 29 maggio 2017
Farmaci - Micoxolamina

Micoxolamina 1% crema vaginale 75 g + 15 applicatori




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Mastelli S.r.l.

MARCHIO

Micoxolamina

CONFEZIONE

1% crema vaginale 75 g + 15 applicatori

ALTRE CONFEZIONI DI MICOXOLAMINA DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
ciclopirox olamina

FORMA FARMACEUTICA
crema

GRUPPO TERAPEUTICO
Antisettici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale non soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
DISCR.


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Micoxolamina 1% crema vaginale 75 g + 15 applicatori

MICOXOLAMINA crema vaginale 1% e MICOXOLAMINA ovuli vaginali 100 mg: infezioni-vulvovaginali da Candida.

MICOXOLAMINA schiuma ginecologica 1%: coadiuvante nelle infezioni vulvo-vaginali da Candida.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Micoxolamina 1% crema vaginale 75 g + 15 applicatori

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno degli eccipienti.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Micoxolamina 1% crema vaginale 75 g + 15 applicatori

L'eventuale comparsa di fenomeni di sensibilizzazione impone la sospensione del trattamento e l'adozione di adeguate misure terapeutiche. È possibile un'infezione reciproca (effetto “ping-pong“) da parte del partner. Per prevenire una reinfezione, anche il partner “sano“ dovrebbe essere sottoposto a controllo medico. Tenere fuori dalla portata dei bambini.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Micoxolamina 1% crema vaginale 75 g + 15 applicatori

Non segnalato in letteratura né rilevate nella pratica clinica.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Micoxolamina 1% crema vaginale 75 g + 15 applicatori

MICOXOLAMINA crema vaginale 1%: introdurre una volta al giorno (prima di coricarsi) o secondo prescrizione medica, 5 g di crema vaginale (il contenuto di 1applicatore riempito) profondamente in vagina a mezzo dell'accluso applicatore. La terapia deve essere proseguita per almeno 6/7 giorni, anche se la sintomatologia soggettiva (prurito e leucorrea) è scomparsa nelle prime giornate di trattamento. In funzione della gravità dell'infezione o per prevenire recidive è tuttavia consigliabile proseguire il trattamento per una ulteriore settimana.

MICOXOLAMINA ovuli vaginali 100 mg: introdurre un ovulo al giorno (la sera prima di coricarsi) profondamente in vagina per almeno tre giorni. In funzione della gravità dell'infezione o per prevenire recidive la terapia può essere protratta per altri 3 giorni. Per impedire una reinfezione è necessario trattare con MICOXOLAMINA crema anche la zona circostante la vagina (organi genitali esterni fino all'ano). A tale scopo spremere un piccolo quantitativo di crema e applicarla con batuffolo di ovatta sulla parte da trattare.

MICOXOLAMINA schiuma ginecologica 1%: è consigliabile utilizzare MICOXOLAMINA schiuma 1 o 2 volte al giorno, durante il periodo di trattamento con MICOXOLAMINA ovuli e/o MICOXOLAMINA crema. Si detergono i genitali esterni con 10 cc (1 dose) di schiuma ginecologica disciolti in acqua, senza risciacquare.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Micoxolamina 1% crema vaginale 75 g + 15 applicatori

Non sono stati riportati casi di sovradosaggio.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Micoxolamina 1% crema vaginale 75 g + 15 applicatori

Raramente può verificarsi un lieve bruciore nei primi giorni di trattamento.


CONSERVAZIONE



Nessuna.


PATOLOGIE ASSOCIATE







Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
Malattie infettive
14 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
La salute in crociera
Malattie infettive
10 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La salute in crociera
Antibioticoresistenza, disponibile un nuovo farmaco
Malattie infettive
01 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Antibioticoresistenza, disponibile un nuovo farmaco
L'esperto risponde