Theolair 350 mg 30 compresse a rilascio prolungato

Ultimo aggiornamento: 19 giugno 2015
Farmaci - Theolair

Theolair 350 mg 30 compresse a rilascio prolungato




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Meda Pharma S.p.A.

MARCHIO

Theolair

CONFEZIONE

350 mg 30 compresse a rilascio prolungato

PRINCIPIO ATTIVO
teofillina

FORMA FARMACEUTICA
compressa a rilascio modificato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antiasmatici, derivati xantinici

CLASSE
A

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
4,80 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Theolair 350 mg 30 compresse a rilascio prolungato

Asma bronchiale, affezioni polmonari con componente spastica bronchiale.




CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Theolair 350 mg 30 compresse a rilascio prolungato

Ipersensibilità individuale accertata verso la teofillina ed altri derivati xantinici. Il preparato è controindicato nelle donne che allattano. Infarto miocardico acuto. Stati ipotensivi.




AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Theolair 350 mg 30 compresse a rilascio prolungato

Avvertenze

Il fumo, la fenitoina ed altri anticonvulsivanti accelerano invece la “clearance“ del farmaco, pertanto nei fumatori possono

richiedersi dosi di Theolair più elevate delle normali.

Esistono fattori che possono influire sulla clearance della teofillina: si raccomanda il monitoraggio della concentrazione dei livelli ematici del farmaco ai fini del controllo del range terapeutico della teofillina.

I pazienti in corso di terapia con Theolair non dovrebbero assumere contemporaneamente altri preparati xantinici.

Con l'uso di teofillina è possibile il peggioramento di preesistenti aritmie cardiache.

I pazienti trattati con teofillina non dovrebbero assumere preparazioni a base di hypericum perforatum, in quanto l'assunzione contemporanea di preparazioni a base di hypericum perforatum può causare diminuzione dell'efficacia terapeutica delle teofillina.

Speciali precauzioni per l'uso

Vari fattori possono indurre aumenti della teofillinemia, in conseguenza di una ridotta “clearance“ plasmatica del farmaco: età (oltre 55 anni, soprattutto nei pazienti maschi), insufficienza cardiaca di qualsiasi origine, affezioni polmonari croniche, disfunzioni epatiche e/o renali, infezioni concomitanti, alcoolismo cronico, contemporanea somministrazione di eritromicina, trioleandomicina, lincomicina, clindamicina, cimetidina, allopurinolo, vaccino antinfluenzale, propranololo; in questi casi può essere necessario ridurre il dosaggio di teofillina. Il prodotto va dunque somministrato con prudenza negli anziani, nei cardiopatici, nei pazienti affetti da ipertensione, grave ipossiemia, ipertiroidismo, insufficienza cardiaca congestizia, cuore polmonare cronico, ulcera peptica, malattie epatiche e/o renali.




INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Theolair 350 mg 30 compresse a rilascio prolungato

Si raccomanda cautela nell'associare teofillina ad efedrina e ad altri broncodilatatori simpaticomimetici.

Con furosemide può aversi potenziamento della diuresi e con reserpina rischio di tachicardia.

Le concentrazioni plasmatiche di teofillina possono essere diminuite dalla somministrazione contemporanea di preparazioni a base di Hypericum perforatum. Ciò a seguito dell'induzione degli enzimi responsabili del metabolismo dei farmaci da parte di preparazioni a base di Hypericum perforatum che pertanto non dovrebbero essere somministrate in concomitanza con teofillina. L'effetto di induzione può persistere per almeno 2 settimane dopo l'interruzione del trattamento con prodotti a base di Hypericum perforatum.

Se un paziente sta assumento in contemporanea prodotti a base di Hypericum perforatum i livelli plasmatici di teofillina devono essere controllati e la terapia con prodotti a base di Hypericum perforatum deve essere interrotta.

I livelli plasmatici di teofillina potrebbero aumentare con l'interruzione dell'assunzione di Hypericum perforatum. Il dosaggio di teofillina potrebbe necessitare di un aggiustamento.




POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Theolair 350 mg 30 compresse a rilascio prolungato

Per mantenere una teofillinemia costante - compresa tra 10 e 20 μg/ml - ed ottenere un effetto terapeutico massimale con il minimo rischio di effetti secondari si raccomandano i seguenti dosaggi:

Theolair “250 mg compresse a rilascio prolungato“

Adulti: una compressa, se necessario due, due volte al giorno (ogni 12 ore)

Bambini di 6-12 anni: mezza compressa o una compressa due volte al giorno (ogni 12 ore)

Theolair “350 mg compresse a rilascio prolungato“

Adulti: una compressa due volte al giorno (ogni 12 ore)

Se ne consiglia l'assunzione insieme al cibo.

Data la notevole variabilità individuale nella velocità di eliminazione della teofillina dal circolo, è necessario talvolta procedere alla misura delle sue concentrazioni ematiche per la certezza della dose più adatta al singolo paziente. È possibile tuttavia evitare tale controllo purché non si superi il seguente schema posologico di mantenimento (dosi massime giornaliere calcolate in rapporto al peso corporeo e all'età del soggetto):

Età / Dose

6-9 anni: 24 mg/kg/giorno

9-12 anni: 20 mg/kg/giorno

12-16 anni: 18 mg/kg/giorno

oltre 16 anni 13 mg/kg/giorno oppure 900 mg/giorno (la dose più bassa tra le due).

Nei soggetti obesi la dose va calcolata sulla base del peso ideale.

Nel caso sia necessario, a giudizio del medico, somministrare dosi più elevate, diviene indispensabile ricorrere al controllo dei livelli ematici di teofillina (valori terapeutici compresi tra 10 e 20 μg/ml). Le compresse di Theolair, sia da 250 mg che da 350 mg di teofillina, portano incisa su un lato una linea di pre-rottura, per consentire l'eventuale dimezzamento della dose.

Non devono essere triturate o masticate, ma inghiottite come tali.

La specialità Theolair non va somministrata a bambini d'età inferiore a 6 anni.




SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Theolair 350 mg 30 compresse a rilascio prolungato

Sintomi: tachicardia, extrasistolia, tachipnea, gravi aritmie ventricolari, crisi convulsive tonico-cloniche generalizzate.

Soccorsi d'urgenza: In caso di accertato sovradosaggio e crisi convulsiva non manifestatasi:

  • indurre il vomito;
  • somministrare un catartico;
  • somministrare carbone attivo.

Se il paziente sta subendo una crisi convulsiva:

  • assicurare la pervietà delle vie aeree;
  • somministrare ossigeno;
  • trattare la crisi con diazepam per via endovenosa in dosi di 0,1 - 0,3 mg/kg fino ad un massimo di 10 mg;
  • controllare i segni vitali, sostenere la pressione arteriosa e fornire adeguata idratazione.



EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Theolair 350 mg 30 compresse a rilascio prolungato

I possibili effetti indesiderati risultano conseguenti a dosi eccessive e sono quelli noti per i derivati xantinici, ossia: nausea, vomito, dolore epigastrico, cefalea, irritabilità, insonnia, tachicardia, extrasistolia, tachipnea ed occasionalmente albuminuria e iperglicemia.

In caso di grave sovradosaggio possono manifestarsi crisi convulsive tonico-cloniche generalizzate e serie aritmie ventricolari.

La comparsa di effetti collaterali può richiedere, secondo i casi, la semplice riduzione della posologia o la sospensione del trattamento, con eventuale successiva ripresa del medesimo a dosi più adeguate dopo la scomparsa di tutti i sintomi d'intossicazione.




CONSERVAZIONE



Nessuna




PATOLOGIE ASSOCIATE







Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Tosse, un aiuto dall’omeopatia
Apparato respiratorio
07 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Tosse, un aiuto dall’omeopatia
Sentire poco, vivere male
Orecchie naso e gola
03 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Sentire poco, vivere male
L'esperto risponde