L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

20/05/2008 15:39:04

Crisi di pianto frequenti.è depressione?

Salve sono una ragazza di 21anni sto con un ragazzo da un anno e ne sono davvero felice ed è davvero una bella storia. i primi mesi ero veramente una persona solare allegra veramente felice e per la prima volta mi sentivo bella e in gamba; per la prima volta nella mia vita ero orgogliosa di me e mi sentivo quello che ero veramente sia per la meravigliosa storia con questo ragazzo sia perchè avevo ottenuto ottimi risultati all'università, sia in campo lavorativo perchè ero riuscita bene in un lavoro (la barista)nel quale non pensavo di riuscire perchè inadatto al mio essere, senza parlare dell'atmosfera serena che c'era in casa .giugno e luglio l’ho passato a casa per la prima estate sola e senza sapere cosa fare per tutto il giorno, ma secondo i miei ricordi non ero preoccupata o depressa, certo ero molto annoiata ma abbastanza serena e in pace con me stessa, ma forse era solo perché avevo appena cominciato una bella storia con questo ragazzo e mi sentivo rinascere dopo tre anni con un ragazzo che in realtà non mi è mai piaciuto e non amavo. il problema è sorto a settembre, tornati dalle vacanze. tre settimane passate interamente insieme io e lui molto rilassanti e molto belle. tornata a casa è camiato tutto. settembre l'ho passato come ho passato esattamente come giugno e luglio, cioè sempre a casa da sola seza sapere cosa fare, ma mi sentivo depressa sempre giù di morale e piangevo continuamente. pensavo fosse solo noia che sarebbe passata ricominciando le lezioni ad ottobre, ma non è stato così.tutt'oggi quando sono a casa per qualsias motivo ho continue crisi di pianto e mi sento sola e triste, direi che sono depressa. Mi sembrava come se piangessi perché mi mancava troppo il mio ragazzo ed era come se mi sentivo abbandonata perché non lo avevo vicino come in vacanza, cosa che cmq mi sembra molto stupida e un comportamento da capricciosa cosa che non cono mai stata e non sono .Cerco sempre qualcosa da fare ma non trovo nulla di interessante così passo ore davanti al pc a chiacchierare con i miei amici su Messenger.volevo anche abbandonare gli studi ma non l'ho fatto perchè sono sempre stata decisa a finirli sopratutto per non deludere i miei e so che serve a me per avere un futuro migliore. nell'ultimo messetto sembrava essere tutto passato...ero presa dall'università e ho ricominciato ad uscire con alcuni miei amici senza portarmi appresso il mio ragazzo come ero sempre stata abituata. mi ero trovata un hobby tranquillo...cioè quello di disegnare.invece è tornato tutto fuori: mi sento depressa molte volte. mi sveglio e non ho voglia di alzarmi dal letto pensando che tanto non ho nulla da fare, che non ho nessuno con cui chiacchierare e con cui uscire e fare qualcosa perchè sembrano tutti impegnati tranne me. allora poi mi passa la voglia di fare tutto. mi viene voglia di piangere e piango a dirotto a volte fino quasi a fare fatica a respirare, tiro pugni al muro e piango come se fossi veramente arrabbiata e nervosa ma in realtà a vedere la mia vita oggettivamente non c’è veramente nulla di cui essere tristi, anzi faccio una bella vita comoda che tanti invidiano. non ho mai provato a farmi del male e non ho mai pensato al suicidio perchè penso che poi non potrei più vivere e provare tante gioie che mi aspettano e sopratutto non mi va di abbandonare il mio ragazzo. mi sembra come se le mie crisi siano dovute al fatto che non posso stare con lui tutti i giorni e mi manca terribilmente tanto e sono sola e mi sento come abbandonata anche da lui anche se so ragionevolmente che lavora e che non si può stare sempre insieme. maè veramente cosìo è slo un pensiero per incanalare uno stress emotivo per lo studio o per il fatto che mi annoio e sono sempre a casa sola? mi serve uno psicoterapeuta o sono solo annoiata e sola?
ringrazio anticipatamente sperando in una vostra risposta.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del23/05/2008

Due spunti: il primo è relativo all'ipotesi che possa essere vero il fatto che senza il suo ragazzo non sia possibile stare. E' giusto porsi in questo modo di dipendenza da un qualcosa ? Secondo: lei ripete frequentemente: "mi annoio"; perché non chiarirsi su obiettivi personali che interessano, cercando di programmarsi la vita per un loro raggiungimento ?

Dott. Mauro Milardi
Specialista attività privata
Specialista in Anestesia e rianimazione
Specialista in Igiene e medicina preventiva
Specialista in Psicologia
ANCONA (AN)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra