L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Mente e cervello

21/02/2007 08:46:29

Depressione?

Buon giorno,
è da circa 4 mesi che soffro periodicamente di ansia, credo si chiami così…
mi viene una strana sensazione allo stomaco e mi semba di essere distaccata dalla realtà, come se vivessi in un sogno…
il problema e che quando sto bene e penso a quando sono stata male il “vuoto” allo stomaco mi ritorna perché non capisco cos’ è che mi crea questi sintomi e così diventa un pensiero fisso che mi crea paura e agitazione…
adesso la situazione si sta appianando nel senso che prima ero in uno stato confusionale e non riuscivo più a capire se i ricordi che mi venivano in mente e me ne venivano tanti, facevano parte della realtà vissuta o di sogni tra l’ altro sognavo tantissimo, mi capitava spesso di vedere o pensare a delle cose e di associarne altre che poi non sapevo se erano immaginate o realmente accadute, una cosa un po’ strana che mi spaventava molto perchè mi faceva pensare di avere allucinazioni anche se poi quando mi riprendevo e stavo meglio sapevo che non c' entravano niente con quello,al punto da farmi piangere dalla paura.
Ho cominciato a sentire quella sensazione di vuoto allo stomaco per ogni cosa, anche al pensiero di dovere uscire di casa o di vedere amici, stavo ore a letto a dormire perché dormendo non potevo stare male e più cercavo di trovare un motivo per questo malessere più provavo quella sensazione, come un circolo vizioso…in più mi documentavo su internet e mi convincevo di avere le malattie mentali più gravi, quali schizofrenia e peggioravo la situazione, perché mi chiudevo in me stessa.
Premetto che cinque anni fa ho perso mio padre di tumore nel giro di 1 mese e mezzo e da allora la mia vita è cambiata, ancora oggi appena ne parlo piango, lui era il mio punto di riferimento e da quando se ne è andato mi sono sentita particolarmente sola, nonostante tutto ho sempre pensato a stare vicino a mia mamma e l ‘ ho fatto col cuore.
Da allora però ho iniziato ad avere paura , dato che all’ età di 17 anni avevo avuto una crisi epilettica di grande male, di poterne avere un’ altra e così ogni sera mi prendeva il panico…
Anche se è da 10 anni che non ho più crisi, era una forma benigna dello sviluppo.
Cosa mi consigliate di fare?
A luglio devo sposarmi e vorrei arrivare al grande giorno in piena forma perché sia io che il
Mio ragazzo ci meritiamo di essere felici.
E’ qualcosa di grave?
Vorrei poter non prendere farmaci, ci sono altri modi per uscire da questa situazione?


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del24/02/2007

può ricìvolgersi a uno psicoterapeuta.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)


Altre risposte di Mente e cervello







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra